Logo San Marino RTV

Indice contagio “sotto il dato 1”, ma gli scienziati avvertono: “Il virus non è sconfitto”

Nella fase 2 "dovremo immaginare un'organizzazione che ci consenta di uscire dal blocco totale, ma ci vorrà tempo e tantissima gradualità"

8 apr 2020

La curva del contagio del coronavirus ha iniziato a scendere: 47 giorni dopo il 'paziente uno' a Codogno e 17.127 morti, l'Italia sembra vedere uno spiraglio di luce, con il ministro della Salute, Roberto Speranza, che ieri sera, a "Di martedì" su La7, ha spiegato che l'indice di contagio è "sceso sotto il dato 1 ed è un risultato straordinario se pensiamo che eravamo a 3 o 4, ovvero un soggetto positivo infettava fino a 3-4 persone, fino a qualche settimana fa". Ora il Paese si avvia verso la fase 2 che, probabilmente sarà a due step: il primo, dopo Pasquetta, per le attività produttive e il secondo, forse a maggio, per riprendere a spostarsi e ad uscire di casa, pur tra mille precauzioni "perché - come avvertono gli scienziati - il virus non è sconfitto".

Nella fase 2 "dovremo immaginare un'organizzazione che ci consenta di uscire dal blocco totale, ma ci vorrà tempo e tantissima gradualità", ha sottolineato il ministro della Salute. "Partiremo dalle cose più essenziali per la ripresa, quindi dalle attività produttive ma in sicurezza, Poi, col massimo della gradualità - ha spiegato - costruiremo delle modalità che riguardino coloro che non sono impegnati in tali attività essenziali". Ma l'invito resta quello alla prudenza: "Ci sono Paesi che hanno riaperto prematuramente, come nel caso di Hong Kong o alcune aree della Cina, e hanno poi dovuto richiudere. Quindi è necessaria grande cautela e gradualità". Nella fase 2, ha quindi chiarito Speranza, "sarà importante investire sulla Medicina del territorio e sui Covid-Hospital per superare la struttura dell'ospedale 'misto'. Inoltre, ci sarà una campagna di test diagnostici e test sierologici e punteremo sull'uso di nuove tecnologie con il lancio di una app che ci consenta una maggiore velocità nel tracciare i casi positivi".