Logo San Marino RTV

Istat: tasso di occupazione, in Italia, sale al 59%; il valore più alto dal 1977

Disoccupazione ai minimi, in Italia, da 7 anni a questa parte. I dati diffusi oggi da Istat fanno sorridere il Governo

1 lug 2019

“Le notizie che leggiamo questa mattina ci dicono che quella di oggi è davvero una bella giornata”. Così il Vicepremier Di Maio ha commentato i dati resi noti da Istat, relativi al mese di maggio; che confermerebbero – ad avviso della compagine governativa – la bontà del combinato disposto di “Quota 100” e “Decreto Dignità”. Quel che è certo è che finalmente, in Italia, il tasso di disoccupazione è sceso, seppur di pochissimo, sotto la soglia psicologica del 10%. 9,9%, per la precisione; -0,2 rispetto ad aprile. Si tratta del valore più basso dal 2012. In calo anche la disoccupazione giovanile, ora al 30,5%. Nel complesso i senza lavoro sono quasi 200.000 in meno rispetto all'anno scorso. Numeri che fanno sorridere anche il Ministro Salvini. “Avanti così – ha dichiarato il leader della Lega -, tagliare le tasse a imprenditori, lavoratori e famiglie è un dovere morale”. Incoraggiante anche il tasso di occupazione, che a maggio è salito al 59%: addirittura il valore più alto da quando sono disponibili le serie storiche, ovvero dal 1977. Tutto ciò in una giornata che ha visto lo spread scendere intorno a quota 230; ed il rendimento del Btp decennale – per la prima volta, da più di un anno – sotto la soglia del 2%. E questo nonostante la minaccia della procedura d'infrazione UE. Le opposizioni giudicano comunque fuori luogo “ogni trionfalismo”. Il PD parla di boom della cassa integrazione straordinaria e di permanente debolezza della congiuntura economica. Mentre Brunetta, di Forza Italia, ricorda come il Belpaese resti in Europa “al terzo peggiore posto per disoccupazione”.