Logo San Marino RTV

L'Emilia Romagna stanzia 50 milioni per acquistare le protezioni per il personale sanitario

A Rimini realizzato pre triage davanti al day hospital oncologico. A Pesaro muore l'ex primario di pneumologia, per polmonite collegata al coronavirus

di Francesca Biliotti
27 mar 2020
@Ansa
@Ansa

Suonano a lutto le campane delle chiese di Bologna, oltre a quella del palazzo comunale, per alcuni minuti di raccoglimento in memoria delle vittime dell'epidemia, per molte delle quali non è nemmeno stato possibile celebrare il funerale. Un minuto di silenzio ha aperto anche la seduta telematica dell'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, cui ha fatto seguito un ringraziamento a tutti gli operatori sanitari al lavoro in questi giorni. La Regione ha così stanziato 50 milioni per l'acquisto di dispositivi di protezione proprio per il personale sanitario. “Se stiamo reggendo – ha detto il presidente Bonaccini – è grazie al sistema sanitario regionale dell'Emilia-Romagna che abbiamo costruito in questi 40 anni”. “Non abituiamoci mai ai numeri – sono state le parole del commissario Venturi, riferendosi ai decessi, anche oggi 93, 1.267 in totale – Se all'inizio dell'epidemia ce lo avessero detto non avremmo mai creduto ad un numero così alto”. In Regione sono 11.588 i casi totali, 772 in più, ma i tamponi effettuati sono per la maggior parte negativi. A Rimini, ha riferito ancora Venturi, c'è una nuova struttura di pre triage davanti al day hospital oncologico, per ingressi maggiormente sicuri di quei pazienti. Sono 1.264 i casi a Rimini, 72 in più, 278 a Forlì (+37) e 302 a Cesena (+30). Sono 3.191 i contagiati nelle Marche, con 1.141 ricoverati, di cui 162 in terapia intensiva, mentre un alto numero di contagiati, 1.709, è in isolamento domiciliare. 336 i decessi. Pesaro ha detto addio anche al suo ex primario di pneumologia, Marcello Ugolini, ricoverato per una polmonite collegata al coronavirus. Aveva 70 anni.