Logo San Marino RTV

Per l'Istat l'Italia è fuori dalla recessione tecnica

Pil a +0,2% il primo trimestre del 2019. Cala anche l'indice di disoccupazione, ma sale l'inflazione

di Francesca Biliotti
30 apr 2019
RomaLa politica italiana
La politica italiana

Prima le buone notizie, per l'Istat l'Italia è fuori dalla recessione tecnica, nel primo trimestre del 2019 il Pil è cresciuto dello 0,2% rispetto ai tre mesi precedenti. Secondo l'Istat, l'economia italiana ha dunque registrato “un moderato recupero”. La crescita acquisita per il 2019 è così dello 0,1%. Sale però l'inflazione, ad aprile +0,2% mensile e 1,1% annuo. Sempre l'Istat, ma a marzo, calcola un calo dell'indice di disoccupazione, al 10,2%, il dato più basso da agosto 2018.

L'Italia resta comunque terzultima in Europa, davanti solo a Grecia e Spagna. “Andiamo avanti come un treno verso il cambiamento”, è stato il commento a caldo di Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo Economico, che si trova a Tunisi insieme al presidente del Consiglio Conte e al ministro dell'Interno Salvini per il primo vertice inter-governativo tra Italia e Tunisia. Immigrazione in primo piano, ma anche il dossier libico, per il quale i protagonisti politici sperano in una soluzione politica. C'è anche un altro caso a tenere banco, quello del sottosegretario Siri, indagato per corruzione, e che gli esponenti del M5S vorrebbero si dimettesse. Un primo incontro col presidente Conte c'è stato, rivelano fonti di maggioranza, forse per convincerlo a farsi da parte in attesa che la situazione si chiarisca. Idee da chiarire, in maggioranza, anche sulle nomine di Bankitalia, i vertici scadono a maggio. In ultimo, complici i giorni di festa, ecco come appariva lunedì l'aula di Montecitorio, immortalata da un deputato Pd, mentre si discuteva l'opportunità di istituire una commissione d'inchiesta sulla morte di Giulio Regeni: desolatamente vuota.