Logo San Marino RTV

Prostituzione: 109 le sanzioni da gennaio, una sessantina nell'ultimo mese

27 giu 2020
Prostituzione: 109 le sanzioni da gennaio, una sessantina nell'ultimo mese

Sono state 109 le violazioni contestate a prostitute dagli agenti della Polizia locale di Rimini dal 1° gennaio 2020 a oggi, registrando solo in questo periodo circa una sessantina di contestazioni. Un’attività affidata agli uomini della squadra di Polizia giudiziaria e Unità cinofila, specie nelle zone dove è maggiormente segnalato il fenomeno come nella zona di nord di Torre Pedrera e in quella di Miramare a sud della città verso il confine con Riccione.

Un’attività in genere notturna ma anche mattutina, con gli operatori della Polizia locale riminese che hanno controllato residenze e strutture ricettive dove le prostitute soggiornano. Un fenomeno in attenuazione, anche se “Non allentiamo la presa rispetto a quei fenomeni criminosi che da tempo, pur con armi poco incisive a causa di limiti legislativi, cerchiamo di combattere – sottolinea l’assessore alla Polizia Locale Jamil Sadegholvaad – Un impegno che stiamo continuando e continueremo anche nella prossima stagione estiva con servizi mirati affinché prosegua quel contenimento del fenomeno registrato negli ultimi anni”.

Entrata in vigore lunedì 25 maggio, l’ordinanza predisposta dal Comando di Polizia Locale del Comune di Rimini ricalca l’impianto dei provvedimenti già adottati. Sarà in vigore fino al 31 ottobre 2020. Prevede sanzioni amministrative fino a 500 euro (400 euro se pagati entro 60 giorni) così come qualunque fatto o atto ritenuto rilevante ai fini fiscali riscontrato dagli agenti nell’ambito dell’attività di controllo sarà portato a conoscenza dell’Agenzia delle Entrate e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rimini.