Logo San Marino RTV

Tria a 1/2h in più: “Nessun rischio di una patrimoniale; ok alla flat-tax ma progressiva”

"Non è che le risorse sono così limitate, il problema è dove si mettono"

di Filippo Mariotti
14 apr 2019
Il ministro Giovanni Tria
Il ministro Giovanni Tria

“Nell'anno in corso, come sempre abbiamo detto, non ci saranno manovre correttive”, ha ribadito il ministro dell'economia Giovanni Tria a "1/2h in più" su Rai Tre. “Non c'è il rischio di una patrimoniale che colpirebbe tutto il patrimonio immobiliare, colpirebbe al cuore i risparmi italiani e avrebbe un impatto distruttivo su crescita e consumi”. “Personalmente e concettualmente sono molto contrario”, ha detto. “In Italia colpirebbe tutto il patrimonio immobiliare, colpirebbe al cuore i risparmi italiani e avrebbe un impatto distruttivo su crescita e consumi", ha continuato Tria, evidenziando che "solo parlarne crea una tale incertezza che fa un danno forte all'economia". Il ministro sollecita chi ne parla a stare "molto attenti": "di tutto abbiamo bisogno in questo momento tranne che di creare allarme".

Sulla flat tax Tria spiega che “concettualmente va bene. Prima di diventare ministro ne ho anche scritto a favore. Ovviamente si deve mantenere quella progressività che è anche nel dettato costituzionale”.  E questo obiettivo, ha spiegato il Ministro, può essere raggiunto "con una serie di deduzioni e immaginando un'area no tax, un'area di reddito che non viene tassata se il livello è molto basso".

Secondo il ministro la “crescita prevista per quest'anno è dello 0,2% ma consideriamo che questo implica una crescita sostenuta già nel secondo semestre di quest'anno, altrimenti non si può raggiungere questo livello”. Infine è stato sottolineato che la maggioranza di Governo è contraria all'aumento dell'Iva.