Logo San Marino RTV

Le banche l'argomento forte della seconda serata politica della Festa dell'Amicizia

20 ago 2017
Le banche l'argomento forte della seconda serata politica della Festa dell'Amicizia
Le banche l'argomento forte della seconda serata politica della Festa dell'Amicizia - Grande partecipazione nonostante il meteo, stasera l'intervento di Venturini.
La seconda serata della 44esima Festa dell'amicizia vince sull'incertezza del meteo. Molto alta l'affluenza in piazza Bertoldi, a Serravalle. L'argomento banche il tema forte dell'incontro politico. Questa sera alle 20.30 a chiusura della parte politica: il segretario PDCS Giancarlo Venturini farà il suo primo intervento al popolo dell'Amicizia.
Grande partecipazione anche alla serata politica.
Quale è il paese che c'è? Secondo Marco Gatti quello in cui nonostante le difficoltà vissute e grazie al lavoro delle ultime due legislature, è riuscito a mantenere le condizioni di walfare attuali, sostenendo economia reale ed imprese. “Al contrario la legge di sviluppo è contro le imprese”.
Nel corso della serata politica, dal titolo “sviluppare un paese che c'è, la progettualità della vera politica”, si è finito per parlare di banche. L'ex segretario PDCS ha espresso preoccupazione “per la situazione di Carisp, nella quale manca il dialogo col governo”, che accusa di difendere interessi privati.
Alessandro Berti, docente universitario di Tecnica bancaria, ha ribadito l'importanza di avere una istituzione bancaria che vigili. “Il ruolo delle banche centrali deve essere ripensato ma non sostituito e deve essere indipendente dal potere politico”. Il tecnico bancario ha poi invitato a non drammatizzare sul debito pubblico, a patto che vada fatto per investire e ristrutturare il sistema.
L'ex segretario alle Finanze Pasquale Valentini ha illustrato il cambiamento della situazione sammarinese negli ultimi anni di governo e parlato di un cammino che si è interrotto “con il cambio dei vertici di Banca Centrale, cui qualcuno ha dato le chiavi dei paese creando una prevaricazione nel sistema e mettendo in pericolo la democrazia”.
E sull'incontro che si terrà al Meeting, nel quale interverranno i nomi oggetto dell'esposto fatto alla reggenza, parla di provocazione ma anche di conferma di tutto ciò che è stato detto.
Preoccupato per la situazione bancaria anche William Vagnini che al confronto politico parte dai segnali incoraggianti delle imprese sammarinesi, per poi evidenziare il disorientamento negli operatori, che hanno bisogno di avere un sistema finanziario forte.
Il segretario generale Anis coglie l'occasione anche per metter in fila tutti i limiti della legge Sviluppo, che creerà -dice- molte problematiche al comparto dell'imprenditoria” Visione comune tra imprenditori e sindacato.
Riccardo Stefanelli, segretario generale della CDLS, insiste sulle difficoltà al confronto del Governo “ci chiamano ad incontri continui, spesso solo informativi ed in cui ci viene detto ciò che è stato già deciso” Quello che accadrà a settembre? Abbiamo fatto un protocollo d'intesa con il governo, in parte già disatteso, e vedremo cosa succederà sul resto. Il settore finanziario è importante- ha concluso- ed i prossimi mesi saranno fondamentali per farlo ripartire.

SB