Logo San Marino RTV

Berlusconi nel videomessaggio: “non mi faccio da parte”

19 set 2013
Berlusconi nel videomessaggio: “non mi faccio da parte”
Berlusconi nel videomessaggio: “non mi faccio da parte”
Tensione alle stelle nella maggioranza dopo il videomessaggio di ieri di Berlusconi e il voto in giunta a favore della decadenza. Nel Pd si rafforzano le voci di chi vuole chiudere l'esperienza comune di governo come Rosi Bindi che osserva, dopo gli insulti di ieri è difficile restare alleati. E Latorre parla di 'macigno sulla strada del governo'. In casa Pdl Schifani osserva, 'restiamo nel governo ma serve una svolta'. E Alfano spiega: affronteremo il tema del governo con Berlusconi e decideremo.

In sedici minuti di videomessaggio Silvio Berlusconi ribadisce l'intenzione di non farsi da parte anche in caso di decadenza da parlamentare votata dal Parlamento. Il Cavaliere aggiunge che
farà politica a capo della rinata Forza Italia. Rivolge poi un invito ai militanti a ''reagire'' contro ''la sinistra che usa la magistratura per scopi politici''. Berlusconi ''salva'' invece il governo. ''Irresponsabile'', dice il Pd con Epifani.
La Giunta per le Immunità del Senato, a poche ore di distanza dal videomessaggio di Berlusconi, boccia la relazione di Andrea Augello nella quale si proponeva la convalida dell'elezione del
Cavaliere. Si apre cosi' la procedura di contestazione dell'elezione di Berlusconi. I senatori del Pdl escono dalla Giunta. ''Voto pregiudiziale'', dicono. Oggi incontro tra il nuovo relatore Dario Stefano e presidente del Senato Pietro Grasso per varare il calendario dei lavori.