Logo San Marino RTV

Consiglio, il giorno delle istanze: 6 approvate e 4 respinte

17 mar 2011
Dopo la nomina, ieri, della Reggenza e del nuovo segretario al Lavoro la giornata parlamentare odierna è stata dedicata in larga parte alle Istanze d’Arengo che devono essere esaminate prima della conclusione del semestre. Sei quelle approvate, quattro respinte, compresa quella sulle impronte digitali nei documenti d’identità, anche se il Segretario agli Esteri ha assicurato che a breve le “impronte” verranno inserite comunque nel passaporto sammarinese. Tra le petizioni accolte quella che chiede l’introduzione del processo per direttissima nei confronti dei ladri colti in flagranza di reato. Quattro delle istanze approvate riguardano, invece, direttamente, migliorie della vivibilità e del decoro per il castello di Città, capitale della Repubblica. Sì del Consiglio inoltre per l’assicurazione contro i danni alla rete idrica e del gas. Respinte tutte e tre le istanze - esaminate nel pomeriggio - in tema immobiliare-residenziale –la tassazione degli immobili sfitti, per intenderci - e previdenziale. Nella seduta notturna la votazione degli ordini del giorno, compreso quello di Sinistra Unita per l’accoglimento del quesito referendario sui terreni pubblici, così da evitare la consultazione del 27 marzo e quello – presentato dai gruppi d’opposizione – che chiede di fatto la rimozione del coordinatore del dipartimento di polizia. Sempre in seduta notturna l’esame dei decreti, momento topico di questa sessione anche perché ce ne sono tre riferiti alla finanziaria ed uno di questi – quello sul pensionamento forzato nella Pa – è anche all’esame dei Garanti.

Luca Salvatori