Interni: passano in commissione il reato di corruzione privata e le modifiche al Trust

22 mar 2019
commissione consiliare
commissione consiliare
Nel primo giorno di lavoro della Commissione Interni sono stati esaminati e approvati due progetti di legge: il primo introduce il reato di corruzione privata nell'ordinamento sammarinese ed è stato approvato con 11 voti a favore e 2 astenuti. Per il Segretario Renzi “risponde al primario obiettivo di introdurre nell'ordinamento sammarinese una categoria di reato attualmente mancante, cioe? a dire quello di corruzione privata”. E di fatto “punta a recepire le raccomandazioni emanate dal Gruppo di Stati contro la Corruzione del Consiglio d'Europa".
Il Pdl trova il favore anche di parte dell'opposizione- Rete, Gruppo Misto-mentre il Pdcs si è astenuto, criticando l'eccessiva attività normativa legata agli adeguamenti agli standard internazionali. “Non siamo contrari alle regole di trasparenza e conformità internazionali - puntualizza Teodoro Lonfernini- siamo contrari alla metodologia del regolamentare tutta la vita del Paese”.
Durante il dibattito, il consigliere Marianna Bucci, Rete, presenta un Odg che rafforza l'impegno del governo nella lotta alla corruzione, la cui votazione viene rinviata alla seduta di martedì. Intanto però Marina Lazzarini, Ssd, si esprime in favore di una sottoscrizione condivisa.
Approvato con 9 'Si' il Progetto di legge “Modifiche alla normativa in materia di Trust” approvato con In Comma comunicazioni, in apertura di seduta, era stato affrontato il tema della scuola, con l'intesa raggiunta tra Segreteria Istruzione e Sindacati, così come il problema di reclutamento di insegnanti nella scuola primaria.