Logo San Marino RTV

Legge salva-banche: attesa l'ultima bozza da banca Centrale

di Monica Fabbri
5 giu 2019
Giuliano Battistini e Andrea VivoliGiuliano Battistini e Andrea Vivoli
Giuliano Battistini e Andrea Vivoli

Mentre l'Aula martedì affrontava il comma comunicazioni, in un'altra stanza di Palazzo i Segretari Guerrino Zanotti ed Eva Guidi esaminavano il progetto di legge articolo per articolo con Banca Centrale, esponenti di maggioranza ed opposizione, sindacati, Anis e Abs. Un confronto serrato iniziato la mattina al Begni, ripreso nel pomeriggio e proseguito fino all'una di notte. Una giornata intensa e faticosa, che ha visto Governo e politica correre ai ripari dopo la diffusione di notizie riguardanti la possibile introduzione in Repubblica del Bail-in.  Dopo le dovute rassicurazioni ai risparmiatori, ora che il progetto di legge è stato esaminato da cima a fondo, la politica attende l'ultima bozza elaborata da Via del Voltone.

Si guarda a strumenti in vigore in altre realtà europee con lo sforzo di adattarli ad una piccola realtà come San Marino. Massimo riserbo sui contenuti, molto tecnici, anche se viene ribadito l'obiettivo di fondo: la tutela di risparmiatori, correntisti e fondi pensione, colpendo i responsabili del dissesto finanziario con azioni dirette sui patrimoni personali. Una legge che si pone come una sorta di ponte fra commissariamento e liquidazione coatta. Il Pdl dovrebbe essere depositato a breve dato che venerdì l'Ufficio di Presidenza si riunirà per fissare la data di un Consiglio appositamente dedicato. Probabile venga richiesta la procedura d'urgenza.