Logo San Marino RTV

Seconda Divisione. Il Bellaria dilaga col Prato

27 feb 2011
Alla miglior prestazione casalinga corrisponde il miglior risultato della stagione. Il Bellaria vince e convince. Fa tre gol al Prato e incassa la seconda vittoria interna consecutiva. Conseguenza: la classifica migliora e la zona pericolo si allontana di molto. Al di là del rotondo risultato, è stata la prestazione di squadra a convincere anche i più scettici. La cronaca. Dopo 30 secondi la prima palla buona. E’ per i padroni di casa ma Forte spara alto da ottima posizione. Dopo fase di studio sono gli ospiti a rendersi pericolosi in contropiede al 17'. Sfortunato Taugordò. La sua conclusione colpisce in pieno la traversa. 21'. Insistono gli ospiti. Corvesi si presenta in area sulla sinistra. Teodorani devia in angolo. Due minuti dopo stolta uscita di Teodorani ma Taugordo’ spara fuori a porta sguarnita. Minuto 32. Il risultato si slocca. Turchetta ci crede e insiste in area. Lamma si arrangia un po’. Il guardalinee segnala qualcosa e l’arbitro concede il rigore. Pfischer va sul dischetto. Palla da una parte, portiere dall’ altra. IL Bellaria ci crede. 44'. Lancione di Severi. De Cenco in progressione mette il turbo. Pazzagli in uscita lo spiana fuori area. Rosso sicuro. Sicuro che è rosso. Prato in 10. Sulla punizione lo stesso De Cenco mette i brividi al neo entrato D’Oria. Ripresa. Turchetta Assiste al terzo Pfischer. Colpo di testa fuori di poco. Al 17' il Bellaria raddoppia. Punizione dalla trequarti di Briglia. Dorma la difesa toscana. Giorgi fa tutto con il piede da terzino ma gli va tutto bene e trova l’angolo. 2-0 e risultato messo quasi in cassaforte. 22'. Prova a riaprire la partita il Prato ma Teodorani dice no ad una gran conclusione di Morosini. Portiere romagnolo ancora protagonista 4 minuti dopo nel deviare di gamba un diagonale di Sacenti. Al 31' il Bellaria fa tris. Contropiede. Pfischer è affossato ma De Cenco ha strada libera. D’Oria cerca l’uscita disperata ma l’attaccante non sbaglia. 3-0 e tutti a casa. Per il Prato una sconfitta oltre i demeriti. Per i padroni di casa un successo che tonifica morale e classifica.

Piero Arcide