Logo San Marino RTV

Il Covid sgonfia il Pallone d'Oro: nel 2020 non verrà assegnato

20 lug 2020

Il Covid ha azzoppato la stagione tanto da rendere poco credibili i finali di campionato o per lo meno da rendere impossibile individuare il migliore prima e post sosta. France Football non assegnerà il Pallone d'Oro 2020.

"A circostanze eccezionali - recita il comunicato - decisioni eccezionali". E così, per la prima volta nella sua storia, il prestigioso trofeo non avrà un vincitore. Ha vinto il virus, ma di premiarlo non è il caso. Non può finire con un gala normale un annata che normale non è. Meglio uno stop anche se dal 1965 ad oggi mai era successo. E l'edizione 2020 era particolarmente attesa, la sfida a distanza fra Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, non vivrà l'ennesimo capitolo: l'attaccante del Barcellona guida 6 a 5 titoli vinti dal 2008 a oggi. Saltare un anno è la maniera preferita dagli organizzatori per proteggere la credibilità e la legittimità del premio calcistico per eccellenza. Col Pallone d'Oro, stop anche ai trofei Kopa assegnato al miglior Under 21 e vinto l'anno scorso dallo juventino De Ligt e Yashin riservato al miglior portiere con Allison campione in carica.

France Football annuncia contestualmente che il Pallone d'Oro tornerà nel 2021 anche nella malaugurata ipotesi nella quale il virus interferisse nuovamente con lo svolgimento delle competizioni. Se le porte saranno ancora chiuse o se resteranno i cinque cambi, sarà così dall'inizio e per tutti e quindi sarà una normalità diversa, ma una nuova normalità. Ma anche questo stranissimo 2020 non resterà senza premi: in sostituzione al Pallone d'Oro, i giurati di tutto il mondo voteranno l'11 dell'anno, il Dream Team di France Football.