Logo San Marino RTV

Il Milan cade a San Siro con l'Arsenal, la Lazio pareggia in casa

9 mar 2018
Il Milan di GattusoIl Milan cade a San Siro con l'Arsenal, la Lazio pareggia in casa - Le interviste
Il Milan cade a San Siro con l'Arsenal, la Lazio pareggia in casa - Le interviste - Il Milan perde 2-0 contro l'Arsenal; la Lazio fa 2-2 contro la Dinamo Kiev
Dopo 13 vittorie consecutive il Milan di Gattuso perde 2-0 con l'Arsenal giocando in casa. I rossoneri non si sono dimostrati preparati ad affrontare i Gunners e si ritrovano ora costretti a ridimensionare un po' i loro sogni di gloria in Europa. Il primo gol del vantaggio è di Mkhitaryan al quindicesimo minuto dopo un servizio di Ozil, calcia e trova la deviazione beffarda di Bonucci, che spiazza Donnarumma. L’Arsenal rischia di segnare nuovamente con Chambers e Welbeck, mentre il Milan tenta di pareggiare con Bonucci al quarantaquattresimo. Al quarantanovesimo , sullo scadere del primo tempo arriva il gol del 2-0 di Ramsay che gela i rossoneri. Inutili i tentativi di reagire della squadra milanese nel secondo tempo. Il tecnico Rino Gattuso ammette i suoi sbagli e guarda avanti: "Non è finita ma sarà molto, molto difficile. Nel calcio mai dire mai, sicuramente non andremo in gita a Londra a fare una scampagnata. Siamo il Milan, bisogna rispettare la maglia, la storia e nel calcio può succedere di tutto. L'Arsenal ha mostrato di essere superiore".

La Lazio si ferma sul 2-2 contro la Dinamo Kiev all'Olimpico, e adesso è obbligata alla vittoria in Ucraina per andare avanti. Si spezza così la tradizione che fino ad ora aveva visto i biancocelesti battere sempre, in casa, le squadre ucraine nei cinque precedenti europei Il gol subito al 7' ad opera di Tsyganov è la benzina che serve ai ragazzi di Inzaghi per uscire dal torpore. Arrivano le reti di Immobile e Felipe Anderson a ribaltare il risultato. Ma la difesa laziale non è in serata ed al 34' il brasiliano Moraes inventa una parabola imprendibile per Strakosha. Poi ci si mette anche la mala sorte quando, al 5' di recupero, Immobile scavalca Boyko con un bel pallonetto ma centra il palo.