Logo San Marino RTV

Pareggia la Reggio Audace. Vince il Vicenza entrambe a 15 punti ad inseguire il Padova

Sono Reggio Audace e Vicenza le immediate inseguitrici del Padova. Entrambe a 15 a - 4 dai biancoscudati

di Lorenzo Giardi
30 set 2019
Arzignano-Reggio Audace
Arzignano-Reggio Audace

La Reggio Audace non va oltre al pareggio con l'Arzignano e ora si trova a -4 dal Padova. Non si può dire che gli uomini di Alvini non ci abbiano provato, le occasioni non sono mancate come la punizione dell'ex Vicenza Rossi che si stampa sulla traversa. Sanat lanciato a rete, entra in area va giù, non c'è il fischio del direttore di gara. Tutto regolare. L'Arzignano pareggia il conto dei legni. Sempre su punizione, in questo caso è Maldonado a centrare la traversa. Un azione piena di colpi di tacco e rimpalli, trova ancora Maldonado pronto a far esplodere il destro, sfera che prende un effetto particolare ma non scende di quel tanto. Conclusione alla Roberto Carlos. Nella ripresa la palla del vantaggio passa tra i piedi di Staiti che spreca da ottima posizione, bravo Tosi a respingere. Reggiana in pressione, succede di tutto in area dell'Arzignano con batti e ribatti ma la sfera non entra. E non entra nemmeno la girata di Zanini ad un niente dal palo lungo. Nulla da fare per i granata di Alvini che devono accontentarsi del pareggio.

Al secondo posto anche il Vicenza che va a vincere al Gavagnin Nocini approfittando dell'espulsione di Danieli, doppia ammonizione in soli 23minuti, e 120 secondi dopo arriva il vantaggio biancorosso, autore Zonta. La Virtus Vecomp reagisce e il pareggio di Cineli rimette in equilibrio l'incontro. Odogwu realizza un goal spettacolare, sarebbe il vantaggio Vecomp, sarebbe perchè l'arbitro annulla per una spinta a centro area. Guerra colpisce il palo con un colpo di tacco, in una partita colma di emozioni. Magrassi chiede e non ottiene il calcio di rigore. Marotta decide l'incontro con una staffilata da fuori area, e bacio alla fidanzata in tribuna . Anche il Vicenza resta in 10 per l'espulsione di Cineli, ma la sostanza non cambia, Vicenza vittorioso e al secondo posto