Logo San Marino RTV

Europa League, niente San Marino Stadium per il Tre Penne?

Con lo stop degli arrivi dal Kosovo, gli avversari dei biancazzurri non potrebbero transitare sul territorio italiano per venire in Repubblica. La partita si potrebbe fare in Italia o in Ungheria.

10 ago 2020

Il sorteggio di Europa League ha decretato Tre Penne in casa e La Fiorita in trasferta, eppure, molto probabilmente, al San Marino Stadium non si giocherà. L'avversario dei biancazzurri, il Gjilani, viene dal Kosovo, uno dei Paesi dai quali non è consentito l'accesso in Italia. Le disposizioni del governo Conte prevedono sì una deroga per gli eventi sportivi, ma giocandosi a San Marino la squadra dovrebbe solo transitare sul territorio italiano e dunque niente da fare. In attesa di capire se il no allo Stadium sarà definitivo, le alternative sembrano essere due: disputare la partita in Italia – perché, paradossalmente, in quel caso varrebbe la deroga – o in Ungheria, unico Paese disponibile per gli incontri in campo neutro (gli altri sono Grecia, Polonia, Cipro) ad accettare gli arrivi dal Kosovo. E in quest'ultimo caso la beffa sarebbe doppia, perché la trasferta taglierebbe fuori, per motivi di lavoro, Gai e Chiurato. Al momento dunque l'unica certezza è che si giocherà il 20 agosto alle 21.

In attesa che si risolva la questione campo, il 12 bisogna consegnare la lista definitiva: preso Liverani a centrocampo, rivoluzionata la difesa - Lombardi, Mezzadri, Casadei e il rientrante Cesarini al posto di Palazzi, Merendino e Fraternali – resta da trovare un attaccante, in luogo del partente Angelini.

Più delineato il programma della Fiorita che sempre il 20 agosto sarà di scena a Coleraine, Irlanda del Nord, alle 19:30 locali (20:30 italiane). Col mercato, i gialloblu hanno cambiato pelle: in porta Venturini per Stimac, in difesa Brighi e Grandoni per Olivi e Casolla, a centrocampo Errico per Righini e davanti Peluso e Pieri per Vassallo e Rodriguez. E si prospetta qualche altro movimento.


Nel servizio le parole di Luca Nanni (segretario generale Tre Penne) e di Gian Luca Bollini (direttore sportivo La Fiorita).