Logo San Marino RTV

Aerobatic Team San Marino: campionati Europei di F3A del Belgi

2 ago 2018
Aerobatic Team San Marino: campionati Europei di F3A del Belgi
E’ appena rientrata in Repubblica dai campionati Europei di F3A del Belgio, la nazionale di acrobazia radiocomandata di precisione della Federazione Aeronautica Sammarinese con un risultato positivo per il nostro piccolo Stato. Sebastiano Silvestri centra la finale e Massimo Selva la semifinale, l’obbiettivo dei nostri atleti era questo e lo hanno raggiunto, non solo ma una volta disputate le manche di gara, hanno migliorato di alcune posizioni in classifica. In questa categoria dove non era presente alcuna rappresentanza sammarinese nel corpo giudicante della competizione, il risultato valorizza ancor più l’impegno della dura trasferta di oltre 3.500 km caratterizzata dal caldo intenso (oltre 35°C) inusuale per queste latitudini.
Le nazionali di 23 Stati complessivamente erano formate da una settantina di piloti ed erano tutti ben preparati e agguerriti, non è stato facile nemmeno affrontare l’allenamento che avviene sia prima che dopo la manche di gara, in quanto tutti i campi di volo nei dintorni della competizione erano occupati dai piloti dall’alba al tramonto; i nostri atleti per poter fare qualche volo di allenamento in più, hanno deciso di effettuare lunghissime trasferte giornaliere raggiungendo i campi più lontani per assicurarsi un buon allenamento. Tutto questo sommato al caldo afoso ha messo a dura prova l’equilibrio psicofisico che serve ad affrontare una competizione lunga come questa. I campionati Europei come i Mondiali, sono competizioni alle quali hanno diritto i migliori tre piloti di ogni nazione ed è una competizione che dura una decina di giorni; garantire ogni giorno la massima lucidità fisico/mentale è un elemento determinante di ogni pilota, ed i nostri lo hanno dimostrato con tanto sacrificio e tenacia.
Fin dai primi giorni di gara si è subito visto chi erano i piloti che avrebbero ambito al titolo, ovvero i soliti francesi, austriaci e tedeschi. Purtroppo nelle verifiche tecniche è emerso un problema al motore elettrico di Selva, ovvero era al limite del rumore consentito, indice di qualche problema ai cuscinetti, prontamente risolto dal compagno di squadra Silvestri. L’estrazione a sorte dell’ordine di lancio vede il primo giorno di gara quinto Selva e sessantaduesimo Silvestri. Massimo ha subito capito che la sua gara sarà tutta in salita, infatti è risaputo che la giuria ad inizio gara è “fredda”, e così è stato. Silvestri ha volato la sera centrando un ottimo volo ed ottenendo un gran punteggio. Il secondo giorno Selva migliora notevolmente chiudendo la classifica parziale al 22° posto; con il prosieguo dei giorni le posizioni dei nostri piloti sono state altalenanti ma alla fine entrambi accedono alla semifinale riservata ai primi 30 piloti. Ancora estrazione a sorte infelice per Selva che gareggia per ottavo nel programma acrobatico più complicato e quindi ancora non giudicato dai dieci giudici presenti, alla fine delle due manche di gara sarà 27°. Silvestri chiuderà 10° con diritto di disputare la finale. In finale, che si disputa in un solo giorno, si dovranno volare quattro programmi acrobatici: i 2 svolti in semifinale più 2 sconosciuti diversi consegnati la sera prima ai piloti e quindi senza possibilità di provarli. Una prova davvero difficile dove Silvestri è riuscito a dimostrare tutta la sua esperienza e preparazione concludendo al 6° con una giuria in questo campionato (e non solo) piuttosto ostile per i nostri. Al rientro quest’ultimo ci dice di aver ritrovato le giuste motivazioni per ambire al podio come fatto in passato quando gareggiava per l’Italia, mentre Selva ha affrontato tante gare durante l’anno anche in altre categorie e si è ritrovato un po stanco e impreparato soprattutto con il programma di finale, la prossima stagione si concentrerà principalmente sul mondiale F3A con l’obiettivo di inserirsi fra i big di alta classifica, il potenziale c’è! Vince il francese Christophe Paysant Le Roux, secondo il finlandese Nurila Lassi, terzo l’austriaco Gernot Brukmann, piloti di tutto rispetto con diversi titoli mondiali alle spalle.
Il migliore degli Italiani, sempre forti in queste competizioni, è stato l’altoatesino Hannes Schenk 14° mentre il campione italiano in carica Loris Florian chiude 33°; grande gioia per il giovane Andrea Cervi di Treviso che diventa campione europeo juniores. Nel 2019 anche il nostro Team probabilmente schiererà un pilota Juniores, attualmente si sta preparando e se son rose….Oltre a tanti anni di esperienza di gare ai massimi livelli e tanto allenamento, il mix determinante per ottenere grandi successi in questa complicata disciplina è avere sempre a disposizione nuovi aeromodelli innovativi e tecnologicamente avanzati per i nuovi programmi acrobatici, il nostro Team ha portato in gara alcuni nuovi aerei con innovative soluzioni aerodinamiche e nuove motorizzazioni elettriche. Scelta non facile che ha implicato ritmi di lavoro di preparazione per l’europeo davvero pressanti, ma ancora una volta determinanti. Ora il Team è rientrato con un ulteriore bagaglio di esperienze per prepararsi al meglio per il prossimo mondiale nel 2019 che si svolgerà dopo alcuni decenni finalmente in Italia.

Comunicato stampa
Aerobatic Team San Marino