Logo San Marino RTV

Congresso di Stato: Avanti convinti sulle scelte fatte, raccomandazioni del GRECO base perfetta per scrivere le riforme

6 ott 2020
Congresso di Stato: Avanti convinti sulle scelte fatte, raccomandazioni del GRECO base perfetta per scrivere le riforme

Il Congresso di Stato della Repubblica di San Marino, per voce dei Segretari di Stato Luca Beccari, Massimo Andrea Ugolini, Roberto Ciavatta, Marco Gatti e Federico Pedini Amati, ha voluto presentare alcuni progetti strategici in fase di realizzazione, incontrando, questa mattina, la stampa sammarinese. E’ stata l’occasione per ribadire come al centro dell’attività del Congresso di Stato vi siano riforme a sostegno dell’economia reale della Repubblica di San Marino, per annunciare ufficialmente il nome del nuovo Magistrato Dirigente del Tribunale ma anche per spiegare come siano state positivamente recepite le indicazioni arrivate dal GRECO. I Segretari di Stato hanno ribadito la volontà di puntare su bandi internazionali per la realizzazione di opere infrastrutturali e hanno ancora una volta fatto il punto sull’emergenza legata alla Pandemia Covid-19. Luca Beccari (Segretario di Stato agli Esteri): “La pubblicazione del report del GRECO ha concluso il quarto ciclo di valutazione della Repubblica di San Marino ai fini delle misure di contrasto alla corruzione. Nei giorni scorsi sono state pubblicate notizie fuorvianti relative a tale report, paventando una possibile censura da parte dell’organismo al Governo e alla Repubblica di San Marino e invece il giudizio che il report restituisce non solo è positivo e da conto del percorso compiuto su questa tematica ormai da anni ma anzi, ci dice che ora abbiamo un sistema normativo e un impianto procedurale rafforzato e maggiormente conforme alle raccomandazioni degli organismi internazionali. Il report pone l’accento su alcuni aspetti che dovranno essere oggetto di ulteriori interventi anche a causa della complessità e della numerosità dei casi giudiziari. I rapporti di valutazione di GRECO, Moneyval, OCSE e di tutti gli organismi internazionali, devono essere visti come opportunità per lo Stato per rendersi conto della situazione attuale e imbastire il lavoro per gli anni successivi. Non sono strumenti per mettere in crisi il Governo. Da parte nostra massima attenzione a tutte le raccomandazioni che sono state formulate che percepiremo come punto di partenza e non come punto di arrivo. Ora ci soffermeremo sui temi oggettivi che il rapporto solleva senza confonderli con le discussioni che da mesi invece abbiamo sul tema della Giustizia e che qui non hanno trovato espressione. Siamo impegnati a rispettare gli impegni che ci siamo assunti con il Consiglio Grande e Generale, uno di questi era la nomina del magistrato dirigente del tribunale in tempi i più rapidi possibili e la figura che è stata nominata dal Consiglio Giudiziario Plenario rappresenta un grande successo in questo senso e ci permette di avviare un percorso, non solo di normalizzazione delle criticità note all’interno del sistema giudiziario, ma anche di rilancio e risoluzione delle problematiche che riguardano questa materia. Cambio pagina e aggiungo che in questi giorni sono a San Marino gli esperti del Moneyval del Consiglio di Europa per la materia dell’antiriciclaggio, un altro settore sul quale il nostro paese ha investito tantissimo negli ultimi anni. Anche qui, purtroppo, registriamo alcune note stonate: l’opposizione ha chiesto di poter incontrare i valutatori e noi abbiamo presentato loro l’istanza; i valutatori non hanno fatto in tempo a esprimersi e già sono apparsi sulla stampa i primi articoli che sostengono che noi non vogliamo che l’opposizione incontri i valutatori. Quest’ultimi hanno risposto direttamente alle opposizioni che, nella metodologia delle loro valutazioni, non sono previsti incontri con le forze politiche in quanto le loro sono valutazioni istituzionali sulle agenzie, sui servizi, sugli uffici e sui funzionari coinvolti nella strategia generale antiriciclaggio e ovviamente, se la metodologia avesse previsto questo tipo di interazione, avrebbe coinvolto non solo l’opposizione ma anche la maggioranza. Deve essere chiaro che questo è un percorso che stiamo cercando di portare avanti con la massima trasparenza e la massima oggettività, ci teniamo a che ci sia correttezza sulle informazioni e sui fatti, pur nella diversità e divergenza di opinioni, perché i cittadini abbiano una rappresentazione della realtà che è quella che è”. Marco Gatti (Segretario di Stato per le Finanze): “Siamo in una fase delicata, quella della creazione di un titolo di debito pubblico e del suo piazzamento sul mercato. I dati economici che stiamo analizzando in vista della la seconda variazione di bilancio ci dicono che il Paese ha perso, causa Covid-19, un gettito inferiore al 10% e per quanto la nostra intenzione sia quella di restare ulteriormente prudenti dobbiamo dire che l’economia reale della Repubblica di San Marino, pur con una certa eterogeneità tra settori economici, ha retto. L’economia del Paese è un’economia sana e le scelte di questo Governo, che puntano a rafforzarla, stanno ricevendo risposte positive. Lasciatemi inoltre dire che a sostegno dei percorsi intrapresi per lo sviluppo della nostra politica economica abbiamo ottenuto e stiamo ottenendo fondamentali e prestigiosi accrediti con Governo italiano, Banca d’Italia e organismi europei. Ecco perché spiace prendere atto che pensando di far danno al Governo, le forze di opposizione, strumentalizzano ogni scelta delle nostre Istituzioni politiche, finanziarie, giudiziarie ottenendo come unico risultato quello di far danno al Paese. Quelle insinuazioni, scambiate per attività politica, non aiutano il nostro operato e conseguentemente intralciano il complesso percorso di uno Stato che ha invece tante cose positive da mettere in luce. Le prospettive di crescita post Covid-19 del nostro Paese sono superiori a quelle di molte nazioni europee, dovremmo ripartire da questi dati evitando letture distorte che altro non fanno che penalizzare e ritardare il percorso virtuoso del nostro Paese verso il piazzamento di titoli di debito pubblico. Io invito ancora una volta le opposizioni a creare un clima utile al Paese”. Massimo Andrea Ugolini (Segretario di Stato per la Giustizia): “Quanto emerso nel rapporto stilato dal GRECO è per noi la miglior base di lavoro per giungere prima possibile, attraverso 14 raccomandazioni, a una riforma dell’ordinamento giudiziario sammarinese e del codice di procedura penale. La nostra Segreteria e il Governo lavoreranno per dare indicazioni, nei tempi richiesti, a tutte le raccomandazioni del GRECO. La figura del nuovo Dirigente del Tribunale Giovanni Canzio, eletto senza contrarietà alcuna da parte del Consiglio Giudiziario Plenario, rappresenta in questo senso una ulteriore garanzia verso gli organismi internazionali. La sfida è quella di giungere all’approvazione di una riforma che contenga tutte le indicazioni ed elimini ogni criticità. Il rapporto del GRECO, permettetemi di ribadirlo, non è quindi negativo come l’opposizione ha provato a far intendere all’esterno, strumentalizzandone tanti passaggi sulla base di stralci e anticipazioni, strumentalizzazioni che puntuali sono arrivate anche sulla visita del Moneyval ancora in corso”. Federico Pedini Amati (Segretario di Stato per il Turismo): “Un altro dei grandi progetti che abbiamo sul tavolo e che auspichiamo sia utile a dare una spinta all’economia reale del nostro Paese è quello che prevede la ricerca di investitori per grandi opere infrastrutturali. Anche in questo caso, purtroppo, dobbiamo constatare attacchi strumentali e tendenziosi da parte dell’opposizione, quando nulla più di un bando di questo tipo, si caratterizza per trasparenza. La prerogativa principale di questo progetto è proprio quello di eliminare ogni tipo di ingerenza sull’attività di imprenditori che, rientrando nelle caratteristiche individuate e fornendo le garanzie richieste, decidono di investire nell’economia reale del nostro Paese. E’ davvero difficile comprendere come possa essere attaccato un progetto di questo tipo, la sensazione è che pur di sostituirsi al Governo l’opposizione abbia come unico interesse quello di svilire ogni opportunità di sviluppo del nostro Paese”. Roberto Ciavatta (Segretario di Stato per la Sanità): “L’emergenza data dalla pandemia da Covid-19 nella Repubblica di San Marino, al momento, è sotto controllo. Nonostante la situazione internazionale resti drammatica noi possiamo dire che oggi non ci sono pazienti in terapia intensiva nel nostro Ospedale di Stato a causa del Covid-19. Ciò non significa che assieme agli organi tecnici non vi sia un controllo costante della situazione sul territorio e nel circondario e non vi sia, in caso di necessità, la prontezza per agire con forza con gli strumenti che abbiamo a disposizione. Tra le più recenti iniziative dell’opposizione c’è una mozione di sfiducia verso il Segretario di Stato per la Giustizia, un Segretario che ha il grande merito di essere stato tramite, attraverso il Consiglio Giudiziario Plenario, dell’arrivo del dirigente più titolato che la Repubblica di San Marino abbia mai avuto. Chi critica una figura di questo genere vuole tornare ad un tribunale gestibile. Noi siamo invece al lavoro perché il tribunale sia un terzo potere completamente autonomo e nessuno, più del nuovo Dirigente, può darci garanzie in tal senso. Ecco perché ritengo che la mozione di sfiducia sia un atto strumentale da respingere con convinzione da parte di una parte politica che non poteva concludere, se non in questo modo, mesi di attacchi spesso e volentieri immotivati”.