Logo San Marino RTV

Ricci 'corteggia' Jovanotti per il 150esimo di Rossini

16 dic 2015
Ricci 'corteggia' Jovanotti per il 150esimo di Rossini
Ricci 'corteggia' Jovanotti per il 150esimo di Rossini
Mentre scalda l'Astronave, sul palco infila la confessione: «Mi piace da matti Rossini. E' uno che, quando ha amato la vita, è riuscito a fare le cose più belle. Autentici capolavori». Jovanotti lo rivela alla tribù che balla, con canzone a tema («Pieno di vita») dedicata al compositore. Ma c'è un antefatto, che risale a un'ora prima dello show. Nel backstage dell'AdriaticArena, Lorenzo incontra Matteo Ricci. Saluti di rito, con Lorenzo a scherzare: «So chi sei: ti vedo sempre in televisione...». Il sindaco non fa surplace e va alla carica: «Vogliamo coinvolgerti nel progetto 'città della musica' e nel 150esimo di Rossini. Saresti l'autore perfetto per rileggerlo in chiave contemporanea». Non è un mistero che per Ricci il Cigno abbia anche un'anima pop. Da sdoganare, accanto a tutto il resto: «Sarebbe fantastico se fossi tu il protagonista dell'operazione – dice al cantante –. Per noi c'è un biennio fondamentale davanti». Positiva la prima reazione, tanto che Lorenzo ribatte così: «Sono legato a Rossini, è uno dei miei preferiti. E ho già portato in scena, qualche anno fa, un'operetta incentrata proprio su di lui».
L'idea. Il riferimento è al progetto «Rossini!!!», di cui Lorenzo Cherubini scrisse il libretto, rappresentandolo sul palcoscenico con una settantina di giovani talenti. «Il mio Rossini non è solo didattico e artistico – spiegava all'epoca –. La sua forza è proprio la natura ibrida in cui si colloca». Le dinamiche tradizionali del teatro nel mix con le melodie ammiccanti al pop. «Ci rivedremo alla fine del tour, per approfondire e cercare di coinvolgere Lorenzo. Siamo rimasti d'accordo così», commenta il sindaco, dopo i ringraziamenti e la maglia della Vuelle consegnata insieme a Ario Costa e Luca Pieri. Poi Jovanotti torna proprio su Rossini, nel bel mezzo del concerto. Un segnale? Se son rose...
Eventi. Nell'attesa, il sindaco è in ogni caso convinto: «Siamo sempre più la città della musica. E l'AdriatcArena, su cui si stanno ultimando i lavori sulla copertura, è sempre più la sede ideale per i grandi eventi. Lo dimostra lo spettacolo fantastico di ieri sera. E anche lo show in arrivo di Morandi e Baglioni a marzo».