Logo San Marino RTV

Santolini nominato relatore speciale OSCE PA

26 lug 2019
Santolini nominato relatore speciale OSCE PA

È giunta ieri la notizia della nomina del Consigliere Luca Santolini quale Relatore Speciale sulle questioni di Disinformazione e Propaganda, da parte del Presidente dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE George Tsereteli. L’incarico è volto a elaborare modalità di lotta alla disinformazione e alle fake news che, oggigiorno invadono inesorabilmente l'ambiente mediatico provocando una forte perdita della fiducia, la polarizzazione della vita politica e una sempre più diffusa incomprensione su importanti tematiche di attualità. Come ha affermato recentemente lo stesso Tsereteli "La disinformazione e le diffusione delle fake news rappresentano oggi un grave pericolo per la democrazia e per i suoi valori fondamentali. Non esiste democrazia senza giornalismo responsabile e professionale". Tale nomina si colloca in linea con il recente coinvolgimento di San Marino con l’argomento in questione con la Conferenza di Alto Livello sui Pericoli della Disinformazione dove è intervenuto lo stesso Segretario Generale dell'OSCE Roberto Montella, dimostrando che tutti gli Stati partecipanti all'OSCE, indipendentemente dalle loro dimensioni, possono contribuire all’agenda condivisa dell’organismo. Durante l’incarico il Relatore Speciale sulla Disinformazione e la Propaganda è chiamato a: - Rappresentare l'Assemblea parlamentare dell'OSCE in occasione di importanti conferenze internazionali; - Promuovere partenariati con l'Ufficio del Rappresentante OSCE per la Libertà dei Media, nonché con la Presidenza dell'OSCE, altre strutture esecutive dell'OSCE e con le parti internazionali interessate pertinenti su questioni relative alla promozione dell'alfabetizzazione mediatica e della resilienza alla disinformazione; - Informare l'Assemblea Parlamentare dell'OSCE in merito alle misure adottate per contrastare la disinformazione, comprese quelle relative al rafforzamento della legislazione nazionale per promuovere il giornalismo di alta qualità, lo sviluppo di norme e standard applicabili sia alle piattaforme tradizionali sia a quelle digitali e incoraggiando la creazione di contenuti mediatici accurati e diversificati, garantendo nel contempo la conformità con garanzie legali internazionali dei diritti alla libertà di espressione e alla libertà dei media; - Considerare vari sviluppi pertinenti nella regione dell'OSCE e consiglia il Presidente su eventuali ulteriori passi da compiere sulla tematica.