Logo San Marino RTV

Quanto pesa internet sull’economia? In Italia non tantissimo

8 set 2011
Quanto pesa internet sull’economia? In Italia non tantissimo
Quanto pesa internet sull’economia? In Italia non tantissimo
In tempo di crisi questo settore può rappresentare una boccata d’ossigeno attirando investimenti e favorendo occupazione giovanile. E le prospettive per il futuro – quando si parla di internet e del relativo l’indotto – non possono che essere vaste: come il world wide web. La Corea del Sud è il Paese al Mondo che più crede nella rete. Nel report elaborato dal Boston Consulting Group si considerano 3 fattori: qualità e capillarità dei network, spesa nel commercio elettronico e nella pubblicità on-line, investimenti veri e propri delle aziende. L’Italia è ben posizionata solo per quanto concerne il primo di questi indici; per il resto è tra i Paesi europei più arretrati. Qualche numero per capirci. Internet, in Italia, vale 31,6 miliardi di euro: l’1,9% del Prodotto Interno Lordo; contro il 7,2% della Gran Bretagna, e il 3,4% della Germania. Anche nazioni come Polonia, Estonia e Repubblica Ceca distanziano l’Italia in questo settore. I contenuti digitali più ricercati sono sempre quelli del cosiddetto “gaming”, trainati dal poker on-line. Seguono, poi, le spese per l’acquisto di computer, tablet e smartphone. Un dato, tornando ai confronti tra Nazioni, appare sorprendente. I Paesi del BRICS – quelli la cui crescita economica è più impetuosa da alcuni anni a questa parte – si trovano nelle ultime posizioni di questa particolare classifica.

g.m.