Logo San Marino RTV

A Riccione arrivano le guardie giurate per vigilare sulla vita notturna e combattere il fenomeno delle baby gang

17 lug 2020

Mille occhi puntati sulla movida di Riccione e sulle baby gang. Da settimane infatti gruppi di ragazzi, principalmente minorenni e di origine straniera, hanno rapinato coetanei e devastato alcuni stabilimenti in spiaggia. L’ultimo caso l’altra notte al bagno 114. Arriva quindi la risposta delle istituzioni, che hanno assoldato quattro agenti delle Guardie giurate a supporto di Polizia e Carabinieri. Controlleranno i punti nevralgici a bordo di due auto di pattuglia, dalla mezzanotte fino alle sette di mattina. Il Comune aderisce al progetto ministeriale Mille occhi sulla città: dal 24 luglio al 23 agosto, i vigilantes avranno il compito di aiutare ad arginare la baby criminalità e il degrado della vita notturna. Il servizio è stato presentato questa mattina dal sindaco Renata Tosi, dall'assessore alla Polizia municipale, Elena Raffaelli e dal comandante della Polizia Locale, Achille Zechini. Gli agenti si sposteranno da un punto di osservazione all’altro a seconda delle esigenze. Oltre a Ceccarini, Luna Park e Marano, ecco le zone su cui si concentrerà il loro controllo. 

"Gli agenti saranno attivi principalmente nelle spiagge, nelle zone della movida e nei parchi - ha spiegato il comandante Zechini -. Sia chiaro che di fronte a un reato, gli operatori di vigilanza dovranno comunque sempre rivolgersi alle forze dell’ordine”. Soddisfatta la sindaca Tosi che apprezza il supporto proveniente dallo Stato e considera i vigilantes come la soluzione migliore per integrare il lavoro di Polizia e Carabinieri.