Logo San Marino RTV

Chiesanuova snobbata dal Governo: "Non risponde alle nostre missive, nonostante sia tenuto a farlo entro 60 giorni"

La Giunta sollecitava "oneri concessori" per l'ampliamento Alutitan: "Su facebook ci avrebbero risposto..."

di Luca Salvatori
13 ago 2019
Piazza Salvatore Conti, Chiesanuova

La Giunta di Chiesanuova all'attacco del Governo per le mancate risposte che avrebbe dovuto dare, per legge, entro 60 giorni, in forma scritta. L'amministrazione locale cita due casi. L'ultimo è riferito all'ampliamento dell'Alutitan attraverso la convenzione che è stata recentemente approvata e firmata. La Giunta, dopo una serata pubblica lo scorso 8 aprile, aveva inviato, il 22 maggio, una lettera alle Segreterie al Territorio e all'Industria, proponendo alcuni oneri concessori, per equilibrare gli effetti visivi, acustici e sulla viabilità del nuovo opificio: un marciapiede, l'illuminazione pubblica, la piantumazione di alcuni alberi, l'ampliamento dell'imbocco di Via dei Faggi. “Tutte questioni dibattute durante l'incontro pubblico – fa notare la Giunta – che non avevano avuto l'opposizione, né del Segretario al Territorio presente alla serata, né dei referenti di Alutitan”. Ciononostante, il Governo – scrive la Giunta guidata Marino Rosti – non ha fatto pervenire alcuna risposta, venendo quindi meno ai propri obblighi, previsti per legge.

Nessuna risposta da parte del Governo, anche nell'estate del 2018, quando l'amministrazione locale di Chiesanuova, di fronte alla carenza di addetti a manutenzione stradale, verde pubblico e impianti tecnologici, invitava il Governo ad applicare la legge che permette, per quelle mansioni, l'impiego di personale in mobilità. La Giunta scrive, quindi, nero su bianco che l'Esecutivo “non applica una legge dello Stato”, ma non solo. Fa anche notare che, in realtà, maggioranza e Governo, solitamente, rispondono a tutti, persino a giornali, blog, facebook, dove “Segretari e Consiglieri” sono molto attivi. “Forse abbiamo sbagliato supporto. Meglio un post su Facebook. Lì – conclude polemicamente la Giunta di Chiesanuova – avremmo avuto la certezza di una risposta”.

Leggi il comunicato stampa della Giunta di Castello di Chiesanuova