Logo San Marino RTV

Congresso di Stato, Santi: sulla cardiologia "strumentalizzazioni" e annuncia verifiche sulle valutazioni dei medici del pronto soccorso

Il Segretario alla Sanità si dice preoccupato, "non risultano segnalazioni all'Authority di eventuali rischi clinici". Nel mirino del PDCS i contratti di lavoro dei medici. Finanze: Eva Guidi designata Governatore Banca Europea Ricostruzione e Sviluppo

di Giovanna Bartolucci
1 lug 2019
Santi: sulla cardiologia "strumentalizzazioni"
Santi: sulla cardiologia "strumentalizzazioni"

Sul tavolo del Congresso temi sanitari: dal Decreto legge per il trattamento previdenziale anticipato alla deroga per le donne incinte della sospensione degli abbonamenti per i parcheggi 6 e 7. Ma è sulla querelle sulla cardiologia che Santi si sofferma poco dopo, in conferenza stampa. Parla di strumentalizzazione di comunicazioni positive. Ricorda un reparto in ginocchio a fine 2018 per la fuga di medici. “La legge sulla dirigenza medica – chiarisce – ha permesso di trovare professionisti per la gestione del servizio, azzerando liste d'attesa chilometriche. “Da luglio – continua – verrà garantita in ospedale la presenza di un cardiologo nei weekend e festivi”. E avverte: “Conflitti sulla sanità hanno ripercussioni negative sull'intero settore”.

Passano solo due ore e arriva un nuovo comunicato dell'opposizione. Nel mirino non solo cardiologia ma anche contratti. “ Si continua – scrive il Pdcs - a mantenere posti a convenzione che costano più del doppio rispetto ad un medico regolarmente assunto”. Criticata anche la scelta di affidare a professionisti esterni posizioni dirigenziali. Il partito torna poi sulla richiesta di trasferimento dei medici del pronto soccorso. Nella loro lettera “dicono cose preoccupanti”, ammette Santi. Parlano infatti di rischi per la salute del paziente e il Segretario vuole verificare se ci siano corrispondenze con la realtà. “Se c'erano situazioni pericolose – commenta – per la normativa sul rischio clinico andavano comunicate formalmente all'Authority, cosa che – come riferito dal Dirigente durante la Consulta – non è stato fatto”. Assicura attenzione alle loro istanze e l'impegno della Segreteria affinché valutazioni e verifiche vengano fatte nel più breve tempo possibile.

Poi, sulla riforma pensioni: è collegata - spiega - alla risoluzione della crisi bancaria. Si dice certo che “quando arriveranno soluzioni da quel tavolo si sbloccherà anche la trattativa per la riforma pensionistica”. E a proposito di Finanze, il Segretario Eva Guidi è stata designata Governatore della Banca Europea di Ricostruzione e Sviluppo a cui San Marino ha aderito alcuni mesi fa. “Rappresenta la possibilità – spiega – di entrare a fare parte di organismi importanti con cui si spera di aprire canali di dialogo e avviare collaborazioni”.