Logo San Marino RTV

Consiglio: si avvicina l'esame delle Istanze

di Monica Fabbri
9 feb 2020

La prossima settimana si riunirà l'Ufficio di Presidenza che fisserà data e ordine del giorno del Consiglio di Febbraio chiamato a completare il quadro istituzionale. Da evadere, entro aprile, la pratica delle Istanze d'Arengo. Sono 25, compresa la richiesta - che ha già fatto scalpore – di abrogare la legge che vieta la costituzione del partito fascista. Il proponente chiama in causa, a sostegno delle proprie tesi, sia l'Ordinamento Sammarinese che la Dichiarazione universale dei diritti dell’Uomo. Diverse, poi, le istanze a favore di politiche a sostegno della famiglia, la maggior parte a firma Unione Donne Sammarinesi. Sulla centralità della persona punta del resto il programma di Governo che proprio alla famiglia ha riservato una delega specifica. Un argomento ricorrente riguarda il part time: ben tre le istanze a tema. Si chiede alla politica di riconoscerne il diritto in presenza di figli minorenni o di famigliari non autosufficienti e di estenderlo anche a lavoratori non iscritti alle liste di collocamento. C'è anche chi chiede di annullare il limite dei tre anni per il part time imprenditoriale, rendendo possibile il ricorso ai benefici fiscali e contributivi previsti per tutte le altre forme di avvio d'attività. Altro tema caldo, contemplato nel programma di Governo, riguarda il congedo di paternità. L'Uds guarda all'Unione Europea e chiede una norma che si adegui almeno agli standard minimi, prevedendolo anche per i precari. Si affianca alla richiesta di riconoscimento, ai fini della carriera lavorativa, dei periodi di aspettativa post-partum anche per le lavoratrici a tempo determinato. La tutela della maternità torna in un'istanza degli imprenditori affinché, attraverso il principio di ripartizione solidaristica dei costi derivanti dall'astensione obbligatoria dei 150 giorni, vengano restituiti al datore di lavoro costi indiretti come ferie, festività, tredicesima e TFR. Troviamo, tra le istanze, anche la creazione di un percorso dedicato alla procreazione medicalmente assistita, per accedere alle liste di attesa delle strutture italiane e abrogando la limitazione vigente di due tentativi. Un'altra richiesta che promette di far discutere e di dividere le coscienze è quella sulla regolamentazione della cannabis a scopo ricreativo. Chiede, dopo l'apertura sul tema, di non prevedere forme di maggior liberalizzazione rispetto a quella Italiana. E affinché le istanze approvate non rimangano sulla carta, alcuni cittadini chiedono un periodo temporale specifico per attuarle, assegnato di volta in volta dal Congresso.