Logo San Marino RTV

Racket badanti, maggioranza: "la vicenda era nota"

22 giu 2018
Racket badanti, maggioranza: "la vicenda era nota"Racket badanti, maggioranza: "la vicenda era nota"
Racket badanti, maggioranza: "la vicenda era nota" - La <strong>denuncia </strong>sul<strong> racket delle badanti</strong> scuote l'ospedale.
La denuncia sul racket delle badanti scuote l'ospedale. La vicenda era nota, tanto che Emmanuel Gasperoni, medico iss e presidente della Commissione quarta, ricorda ancora i titoli di un giornale sammarinese nel 2014. Fu allora che sulla stampa si parlò per la prima volta di racket. Il consigliere di Repubblica Futura racconta di essere stato avvicinato in questi 18 mesi da persone che gli hanno esposto il problema e di aver portato la questione in commissione sanità il 2 maggio 2017. Nove giorni dopo la vicenda arrivava in commissione antimafia, quella delle audizioni di Faraone e dell'ex magistrato dirigente Pierfelici. Ora c'è una denuncia in tribunale dove il comitato ha portato documenti, filmati, video. “Si poteva evitare di divulgare certi dettagli – commenta Gasperoni – per non rischiare di inquinare le prove”. C'è infatti chi teme che proprio quei particolari possano aver messo sull'avviso qualcuno, ostacolando indagini in corso ed accertamenti degli uffici competenti. “E' sempre positivo quando i cittadini segnalano problemi nelle strutture pubbliche – commenta Luca Boschi - però il fenomeno è da tempo conosciuto sia dal Comitato Esecutivo che dall'ufficio del lavoro che collaborano per risolvere una situazione delicata e complessa. Non si può dire ad una famiglia che non può portare una persona di fiducia ed è complicato verificare se lo sia davvero”. “Stiamo seguendo con grandissima preoccupazione questa vicenda del presunto racket delle badanti fin da quando è stata portata in commissione” dichiara Eva Guidi che attende riscontri dall'autorità giudiziaria. “Nel frattempo, pur sapendo che l'iss ha messo in atto misure per rendere ancor più stringenti i controlli, riteniamo necessari ulteriori interventi per mettere al riparo l'assistenza da questi fenomeni”. Il Comitato ha già incontrato l'opposizione ed ora attende il confronto proprio con la maggioranza.

MF

La nota congiunta delle Segreterie Sanità e Industria