Logo San Marino RTV

Atletico Madrid, l'addio in lacrime di Godin: "Questo non è un club, è uno stile di vita"

Il difensore, arrivato nel 2010 dal Villarreal, è in procinto di passare all'Inter.

7 mag 2019
Diego GodinDiego Godin
Diego Godin

Diego Godin è stato più che una colonna dell'Atletico Madrid di Simeone, è stato il giocatore che più ha rappresentato la durezza e determinazione del cholismo. Ora è in scadenza, non rinnova e passa all'Inter. Dopo 9 anni di battaglie e vittorie, dopo aver conquistato, tra le altre cose, una Liga, 2 Europa League e tre Supercoppe Europee. E nel salutare tutti, il roccioso difensore uruguayano non riesce a trattenere le lacrime: "Col club abbiamo parlato mille volte in varie riunioni, senza però raggiungere un accordo, perciò il mio tempo qui è finito. Si conclude una tappa importante, si conclude il ciclo più importante della mia carriera. Volevo salutare con un messaggio di gioia e di soddisfazione, visti tutti gli anni che abbiamo vissuto insieme. Però è complicato... ho bisogno di una mano, per favore. Sono i miei ultimi giorni, le mie ultime partite con l'Atletico Madrid. Per tutto l'amore che ho dato a questa squadra e per questa maglia, sarò un tifoso in più per l'Atletico, per il rispetto che provo verso i tifosi e per l'amore che mi hanno dato in tutti questi anni. Questo non è un club, è una famiglia e uno stile di vita. È stata casa mia ed è davvero difficile salutarsi"