Logo San Marino RTV

Caos Rimini: per la panchina il nome nuovo è Cioffi

Domani la squadra si raduna ma l'allenatore è ancora un rebus: Penta - dg in pectore - ha contattato l'ex Pomigliano, con cui ha lavorato a Mantova e Bellaria.

di Riccardo Marchetti
16 lug 2019

Domani il Rimini si raduna, una cosa che a luglio sarebbe normale ma che, allo stato attuale, suona come una barzelletta. I giocatori – almeno in parte – ci sono, l'allenatore è ancora un rebus. Con Petrone sull'uscio ma formalmente ancora in sella e con Antonioli chiamatosi fuori per l'impossibilità di portare con sé i suoi collabori, il nome del giorno è quello dell'irpino Renato Cioffi. Il cui curriculum – tolto il biennio 2005-2007, quando portò il Sorrento dalla D alla C1 – non è proprio di quelli esaltanti: negli ultimi anni ha allenato nel settore giovanile dell'Avellino e poi in D a Mantova e Pomigliano, dove l'anno scorso è durato da ottobre a novembre. E prima ancora tante stagioni difficili nei dilettanti. Il profilo è di quelli poco pertinenti con la C ma dalla sua c'è lo stretto rapporto con Nicola Penta, consulente di fiducia di quel Massimo Nicastro che, salvo sorprese, si appresta ad acquisire il 30% delle quote del Rimini. Penta – ex capo ultrà del Cesena – dovrebbe essere il nuovo direttore generale: nel giro è noto per il suo carattere accentratore, il che probabilmente è alla base delle dimissioni – non senza polemiche – del direttore sportivo Cangini, arrivate ieri. Inizialmente Penta aveva incontrato Antonioli, che prima di declinare sembrava davvero vicino. E il secondo nome della lista a quanto pare era l'ex compagno di avventure Cioffi, con cui aveva collaborato a Bellaria e Mantova, che ha confermato di aver ricevuto la chiamata e di essersi dichiarato interessato. Intanto però l'allenatore resta Petrone, la cui posizione, visto il dietrofront dell'ex Ravenna e Reggio, è stata momentaneamente congelata. Si vedrà, quel che certo è che la situazione del Rimini, a meno di 24 ore dal raduno, pare come minimo grottesca e preoccupante.