Logo San Marino RTV

Lumezzane-Mantova: Barbuti trascina i bresciani fuori dalla zona rossa

8 dic 2016
Lumezzane-Mantova: Barbuti trascina i bresciani fuori dalla zona rossaLumezzane-Mantova: Barbuti trascina i bresciani fuori dalla zona rossa
Lumezzane-Mantova: Barbuti trascina i bresciani fuori dalla zona rossa - Dal dischetto e a tempo scaduto, l'ex bomber del Gubbio decide l'incontro del Tullio Saleri.
Tre punti d'oro, quelli che il Lumezzane ottiene dallo scontro diretto col Mantova, che la prima grande occasione dell'incontro con Marchi, bravo a ritagliarsi lo spazio per il colpo di testa che non c'è, mettendo fuori causa anche Tripoli.

Al 14' ci prova anche Zammarini, solida la replica di Pasotti, chiamato al bis poco dopo, quando Zammarini arma la conclusione dalla distanza di Regoli.

Lo stesso esterno biancorosso torna a farsi vedere al 36', quando spreca una clamorosa palla gol sul pallone impennato dal contrasto aereo vinto da Tripoli.

Il Mantova è in controllo, ma al 38' deve rinunciare a Pietro Tripoli: l'ex Pistoiese ed Ascoli si fa male nel contrasto con Calamai e deve abbandonare il terreno di gioco in barella.

Lo stesso centrale difensivo si ritrova sul destro la palla del vantaggio in apertura di secondo tempo, tradendo però il mestiere che normalmente gli è richiesto negli ultimi 16 metri: salvaguardare la porta.

Il vantaggio è comunque dietro l'angolo: ineccepibile la decisione di Santoro, ingenuo l'intervento del centrale difensivo virgiliano, che non frena la corsa e compromette l'esito dell'incontro che si sblocca dagli undici metri con l'impeccabile trasformazione di Barbuti, che porta in vantaggio il peggior attacco della Divisione, almeno prima di questo incontro.

Sulle ali dell'entusiasmo il Lume sfiora il raddoppio col cross radente di Bacio Terracino, che Bonato prolunga in angolo.

Bravo a recuperare la posizione l'estremo ospite sulla punizione battuta a sorpresa da Genevier, che porta a casa un angolo. Dallo stesso c'è ancora lavoro per Bonato, che anticipa Sorbo, tutto libero sul secondo palo.

Adesso c'è solo il Lume in campo e il raddoppio sarebbe più che giusto: il risultato rimane così in bilico e il Mantova rischia di pareggiarla sulla classica mischia, che termina con palla in mano per Pasotti, decisivo sul colpo di testa di Marchi, liberatosi però con un fallo di Bonomo.

Il campo tradisce l'estremo bresciano, che riprende in mano il pallone dopo che una zolla l'aveva sottratto dal suo controllo. Dalla punizione indiretta Marchi cerca, ma non centra, lo spiraglio.

Finale arrembante del Mantova, ad un passo dall'1-1 anche con Maccabiti, bravo a liberarsi con una finta di Magnani, salvo registrare il recupero di Calamai.

Torna a farsi vedere a tempo scaduto il Lumezzane: splendida iniziativa di Bonomo che irride Gargiulo sull'out di sinistra, assist al bacio per Barbuti che ci pensa troppo e sbaglia una, due volte un gol già fatto.

Saprà rifarsi l'ex Gubbio, che 20 secondi dopo – su un pallone recuperato in mezzo al campo – deve solo depositare in fondo al sacco l'assist di Speziale, anche qui rischiando l'errore sul tentato recupero di Cristini.

Ossigeno puro per la formazione bresciana, che si tira fuori dalla zona play-out, nella quale è da sempre invischiato un Mantova propositivo e sprecone.


LP