Logo San Marino RTV

Parma-Maceratese 2-0: crociati di nuovo secondi

3 apr 2017
Parma-Maceratese 2-0: crociati di nuovo secondiParma-Maceratese 2-0: crociati di nuovo secondi
Parma-Maceratese 2-0: crociati di nuovo secondi - Per domare gli ostici marchigiani bastano due reti, entrambe nel primo tempo, di Nocciolini e Calaiò...
Al lavoro sporco sul Padova c'ha già pensato la FeraliSalò, così al Parma basta il 2-0 casalingo sulla Maceratese per ricacciare a -1 i patavini e riprendersi il secondo posto. Una gara bellissima sbloccata dopo appena 100”: la respinta corta di Bondioli finisce a Scavone che va da Calaiò, l'Arciere prova a ridargliela di tacco e invece trova Nocciolini pronto ad anticipare Sabato, girarsi e piazzarla a fil di palo. Elegante e rapace l'11° in campionato dell'ex Forlì, degna conclusione dell'assist del compagno.

Non si pensi però che la Maceratese, reduce da otto punti in quattro partite, sia al Tardini per fare da comparsa: Ventola si fuma Baraye a centrocampo e lancia a destra Franchini, cross sul palo lontano per Allegretti che controlla ma sbatte sul muro di Scozzarella. Il Parma ha fretta di chiuderla: Iacoponi stacca in libertà su un corner da destra, palla sugli spalti. Quindi Calaiò per Baraye che restituisce il favore a Ventola, mette a sedere Bondioli e scarica sui gioielli del povero Sabato. Pur colpito nell'intimo il terzino si riprende in fretta e saggia i riflessi di Frattali con una punizione dalla distanza.

Sull'angolo che segue Baraye recupera palla al limite dell'area e parte: ne esce un coast to coast chiuso dall'apertura a destra per Scozzarella, che vanifica il tutto controllando male e tirando peggio. Il senegalese trova maggior collaborazione quando, dopo il triangolo con Scavone, innesca l'inserimento di Calaiò, che di punta anticipa Sabato per il raddoppio crociato.

A cavallo dei due tempi la Maceratese prova a scuotersi col siluro appena a lato di Franchini, con la botta di Allegretti bloccata in due lunghi tempi da Frattali e con la punizione di Quadri, sulla quale Di Cesare chiude in angolo. Lasciato sfogare l'avversario il Parma torna a pungere: sempre Baraye per Scavone, che sente avvicinarsi Ventola e regala un tuffo da oro olimpico. Rigore discutibile quanto l'esecuzione di Calaiò, sul cui tiraccio debole e centrale Forte s'inchina e respinge di piede.

Prima dei titoli di coda, un'occasione per parte: Frattali blocca in scioltezza la conclusione dal limite di Allegretti, poi Corapi in area per Calaiò che impatta di testa, ma non inquadra.

RM