Logo San Marino RTV

Tra Sjarmtrollan e Fiorentino la differenza è solo gol

I norvegesi segnano 2 volte, i sammarinesi colpiscono un palo e creano tante occasioni

di Roberto Chiesa
30 ago 2019
Il servizio del match
Il servizio del match

I due gol che alla fine della fiera dividono norvegesi e Fiorentino, sono succo e sostanza della seconda serata di Champions. Non dicono però che i sammarinesi sono andati due volte davanti al portiere e hanno colpito anche un palo, insomma questo benedetto o maledetto gol scappa via sempre per pochi centimetri. Il Sjarmtrollan è squadra impossibile da pronunciare e difficile da affrontare, ma il suo Futsal è più masticato e meno irraggiungibile di quello ad esempio del Luxol che infatti guida il girone a punteggio pieno. Subito sotto, puniti da Vucenovic, i ragazzi di Chiaruzzi hanno ribattuto colpo su colpo dalla seconda metà del primo tempo in poi. Prima, in partita, li ha tenuti Protti con alcuni formidabili interventi, poi la partita l'hanno fatta. Maiani conclude dopo una bella combinazione, Righi vince un rimpallo e tutti scattano in piedi. Ci siamo quasi, parato. E ancora Carlini, alto dopo aver rubato palla. Di là c'è un tacco delizioso del possente Milos Vucenovic e gol del 2-0 dello stesso bomberone che andasse a giocare in Francia sarebbe cannoniere perfetto per la canzone di Elio. C'è molto Fiorentino nel secondo tempo, una distorsione alla caviglia mette fuori causa Pasqualini, ma i ragazzi di Chiaruzzi osano. Tanto in porta c'è Protti che continua a fare il Protti. Nel timeout i sammarinesi si compattano e poi Busignani arma Belloni: Vik rimedia. Tocca al capitano Franciosi andare ad un capello dallo storico gol. Palo, storico pure, ma meno nobile. Righi come nel primo tempo si invola verso Vik e nemmeno questa è la volta buona. Il Sjarmtrollan gestisce, qualcosa si divora, e la sirena suona a legittimare un Fiorentino a testa altissima e sempre più vicino a gonfiar la rete.