Logo San Marino RTV

16enne muore per ecstasy: Pizzolante, non agisco su Cocoricò

31 lug 2015
Sergio Pizzolante
Sergio Pizzolante
Nessuna intenzione, da parte del deputato di Area Popolare Sergio Pizzolante, di accogliere la richiesta dell'ex sindaco di Riccione Daniele Imola per chiudere il Cocoricò, discoteca al cui interno si trovava Lamberto Lucaccioni, il 16enne deceduto per overdose il 19 luglio. "L'ex sindaco Daniele Imola - scrive Pizzolante sulla sua pagina Facebook - chiede ai parlamentari riminesi di intervenire su Alfano per far chiudere il Cocoricò. Rispondo subito che non raccoglierò l'appello. Il questore e il prefetto stanno facendo un lavoro serio, ci sono procedure interne al ministero dell'interno, non posso e non voglio intervenire". Quindi, prosegue il deputato riminese, "rifiuto la logica del capro espiatorio perché perversa e autoassolutoria per molti. Perché nasconde le responsabilità' di tanti, dalle famiglie alle scuole, dallo Stato ai media. Se chiudendo una discoteca o tutte le discoteche si risolvesse la tragedia dello sballo e della droga in generale o solo anche una piccola parte del problema, non avrei dubbi - aggiunge Pizzolante -. Ma la cultura punitiva del capro espiatorio, della proibizione autoassolutoria mi spaventa quanto la droga, perché agisce come la droga. Ti porta fuori dalla realtà".