Logo San Marino RTV

3 giornate di Lutto Nazionale: il decreto

4 apr 2005
3 giornate di Lutto Nazionale: il decreto
DECRETO 3 aprile 2005, n. 50
Dichiarazione di giornate di lutto
Noi Capitani Reggenti
La Serenissima Repubblica di San Marino

Vista la delibera del Congresso di Stato in data odierna,
ValendoCi delle Nostre Facoltà,
Decretiamo, promulghiamo e mandiamo a pubblicare:
Articolo Unico
I giorni 3,4 e 5 aprile 2005 sono dichiarati di lutto nazionale per la morte del Sommo Pontefice S:S: Giovanni Paolo II.
La officiatura funebre ufficiale avrà luogo nella Basilica del Santo il 4 aprile 2005 alle ore 17.
Nei suddetti giorni gli uffici pubblici esporranno la bandiera a mezz’asta comprese quelle di confine di Stato.
Per i giorni 3, 4 e 5 aprile e nel giorno della cerimonia funebre è disposta la sospensione di tutti gli spettacoli pubblici.
Nel pomeriggio del 4 aprile sarà sospesa, a partire dalle ore 16.30, ogni attività negli uffici e cantieri pubblici.

Dato dalla Nostra Residenza, addì 3 aprile 2005/1704 d.F.R.
I CAPITANI REGGENTI
Fausta Simona Morganti – Cesare Antonio Gasperoni

IL SEGRETARIO DI STATO
PER GLI AFFARI INTERNI

Rosa Zafferani

Gionate di lutto nazionale in tutto il mondo
Tre giorni di lutto nazionale. Anche la Repubblica di San Marino manifesta così tutto il suo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Paolo secondo. Ai quattro angoli della terra decisioni analoghe sono state prese dai Capi di Stato e dai Governi di innumerevoli nazioni. Oltre all’Italia, tre giorni di lutto anche in Portogallo e in Cile, 4 in Costa Rica, in Polonia invece il lutto durerarà fino ai funerali. Anche Fidel castro ha decretato tre giorni di lutto Nazionale per la morte di colui che ha definito “un amico di Cuba”. Dopo la storica visita sull’isola caraibica nel 1998.
Il ministro degli esteri israeliano Sylvan Shalom ha fatto sapere che 'Israele, il popolo ebraico e il mondo intero hanno perso un grande campione della riconciliazione e della fratellanza tra le religioni'. Il presidente dell’Autorità nazionale palestinese Abu Mazen si è detto dispiaciuto per la morte di Giovanni Paolo II, il quale 'ha consacrato la sua vita alla difesa della giustizia per tutti'. Messaggi di cordoglio sono giunti anche dall’Australia, Nuova Zelanda, dal continente asiatico – compresa la Chiesa cattolica cinese – dal mondo arabo, dall'Africa e da tutti i paesi dell’America latina. Per la Repubblica di San Marino un atto di tributo ad un Pontefice con il quale il rapporto è sempre stato privilegiato