Logo San Marino RTV

A Palazzo l'emozione dietro le mascherine per 37 nuovi cittadini

La cerimonia del giuramento modificata dalle misure anti covid

14 giu 2020
Il giuramento di fedeltà
Il giuramento di fedeltà

Il concetto di cittadinanza quale legame concreto tra Stato e persona. Un atto solenne e pubblico, alla presenza dei Capitani Reggenti, Alessandro Mancini e Grazia Zafferani e del Segretario di Stato per gli Affari Interni, Elena Tonnini. 37 persone, nella sala del consiglio di Palazzo Pubblico, "la casa dei sammarinesi",  hanno prestato questa mattina giuramento di fedeltà alla Repubblica. Originarie della vicina Italia; ma anche di altre parti del Mondo: dall'Europa dell'Est al Sud America, dall'Iran. L'emozione della scelta si indovina dietro le mascherine, che non hanno mai potuto togliere durante la cerimonia, nemmeno nel momento del giuramento.

Nonostante le misure anti contagio abbiano costretto il cerimoniale a modificare il protocollo, ed i naturalizzati siano stati divisi in piccoli gruppi, ad unire la Sala l'orgoglio della conferma del legame a una terra in cui hanno tessuto legami affettivi, di lavoro, di amicizia, di studio, che ha alimentato un senso di appartenenza a quella che ora è a tutti gli effetti la loro patria. "Con l'acquisizione della cittadinanza sammarinese- hanno ricordato i Capitani Reggenti, nell'accogliere i nuovi cittadini- avete la possibilità di partecipare attivamente anche alla vita politica e istituzionale della Repubblica. Da oggi possiamo pertanto confidare nel vostro pieno impegno per l'ulteriore crescita della comunità in cui da anni avete scelto di vivere, di lavorare e di progettare il vostro futuro” in un paese che ha le persone come risorsa principale, e che da oggi è arricchito dal punto di vista umano e sociale.