Logo San Marino RTV

Egitto, si allarga l'allerta ai resort. Briefing alla Segreteria Esteri

16 ago 2013
Egitto, si allarga l'allerta ai resort. Briefing agli EsteriEgitto, si allarga l'allerta ai resort. Briefing agli Esteri
Egitto, si allarga l'allerta ai resort. Briefing agli Esteri - Cautela, informazioni precise e il sito viaggiaresicuri.it sempre sotto agli occhi, visto la mancanz...
Cautela, informazioni precise e il sito viaggiaresicuri.it sempre sotto agli occhi, visto la mancanza di una ambasciata residente di San Marino in Egitto. Dopo un briefing in mattinata e nuovo appuntamento previsto per lunedì, la segreteria agli Esteri rispolvera i consigli diramati in una nota stampa il giorno dopo il golpe militare e la deposizione del presidente Mohame Morsi. C'è però da rilevare che, da allora, la stragrande maggioranza delle agenzie di viaggio di San Marino non vende quella meta. Un paio addirittura da un anno: dall'agosto 2012, mese in cui la segreteria di Stato agli Esteri invitò la cittadinanza a non recarsi in Egitto per ragioni turistiche, comunicato ufficiale poi ribadito successivamente a gennaio. Attualmente la segreteria di Stato agli Esteri si tiene in stretto contatto con la Farnesina, che in una nota sconsiglia agli italiani viaggi su tutto il territorio. Il bagno di sangue non ferma il flusso turistico su Mar Rosso e costa mediterranea: secondo fonti ansa sono circa 19 mila gli italiani nelle località turistiche in Egitto, 5 mila in più rispetto alla scorsa settimana. E' l'effetto prezzi stracciati. Diversamente da quanto accade sul Titano in quest'ultimo periodo sono molti i tour operator che offrono viaggi last minute o per il medio periodo con formule all inclusive volo+soggiorno a meno di 350 euro. E più la situazione è fuori controllo nelle piazze, più si scende. E chissà se si abbasserà ancora, dopo questo venerdì della collera. I ministeri degli Esteri di Spagna, Germania, Svizzera e Russia hanno sconsigliato viaggi in tutto il territorio egiziano. Vietate dalla Farnesina le visite ai siti archeologici e alle mete culturali perchè «lo stato di emergenza ed il coprifuoco potrebbero comunque creare disagi anche nelle località turistiche». Il timore di una guerra civile un anno dopo le prime elezioni democratiche si allunga come un ombra, San Marino segue gli eventi con attenzione e tornerà a riunirsi per prendere i provvedimenti necessari a stretto giro.

Sara Bucci