Logo San Marino RTV

Odi et amo, San Valentino: discordanti i pareri sulla festa degli Innamorati

14 feb 2019
Odi et amo, San Valentino: discordanti i pareri sulla festa degli InnamoratiOdi et amo, San Valentino: discordanti i pareri sulla festa degli Innamorati
Odi et amo, San Valentino: discordanti i pareri sulla festa degli Innamorati - Chi insegue il regalo perfetto e chi non dona nulla. Ma per chi festeggia  vanno per la maggiore le...
Dai ristoranti che si inondano di cuori rossi, alle pubblicità che insistono da fine gennaio sulla assoluta necessità di procurarsi il regalo perfetto per la propria dolce metà.
Oltre 1 italiano su 3 infatti - secondo Coldiretti - non ha tradito le aspettative: ha fatto trovare tra le mani della compagna un mazzo di rose rosse. A seguire dolciumi e gioielli, mentre solo 1 su 20 ha optato su un abito o un altro capo di abbigliamento.
Quasi la metà delle persone, però, per l'appuntamento del 14 febbraio ha deciso di non regalare nulla di materiale. Piuttosto esperienze.
Come una piacevole cena a due. Dallo studio della Federazione Italiana Pubblici Esercizi, oltre 5 milioni di italiani hanno scelto di trascorrere in relax la serata, cenando in uno dei 111 mila ristoranti aperti, la cui metà prevede un menù dedicato.

Ma c'è chi non sopporta la ricorrenza, considerandola retorica e consumistica. Da alcuni viene addirittura vissuta come una giornata impegnativa e stressante.
Può suonare strano che proprio la festa di un sentimento così profondo e appagante possa destare reazioni simili.

Ma come mai? Perché alcune persone rifiutano di festeggiare San Valentino?

Ha risposto a questa domanda lo psicologo e psicoterapeuta Roberto Ercolani, intervistato nel video.

Intanto in Giappone niente cene romantiche e mazzi di fiori: una festa che può costare cara alle donne, dato che la tradizione vuole che siano loro a regalare cioccolata. Ma non solo ai propri partner: anche a parenti, amici e colleghi di sesso maschile.
Non solo da mangiare. Le ultime tendenze si stanno spostando sui bagni di cioccolato in cui immergersi e rilassarsi, senza sentirsi in colpa.

Silvia Sacchi