Presentate le nuove targhe verdi, disponibili dal 2 maggio

22 mar 2019
Presentate le nuove targhe verdi, disponibili dal 2 maggio - <em>Nel servizio le interviste al segretario di Stato ai Trasporti, <strong>Eva Guidi</strong>, e al...
Lo stemma della Repubblica, una sigla, V.E., acronimo di "veicolo elettrico", e un colore diverso, verde, rispetto alla normalità. E' questa la nuova targa per i mezzi ad alimentazione elettrica. Saranno rilasciate a partire dal 2 maggio per tutti i nuovi veicoli del genere. I proprietari di quelli già immatricolati potranno sostituirla. Tre sono le versioni: per automezzi, moto e ciclomotori. Non avranno costi aggiuntivi, è stato sottolineato durante la presentazione.

Il testo di riferimento per le nuove targhe è il decreto delegato n. 22 del 2019. Sono 68 i veicoli elettrici già immatricolati sui circa 52mila totali. Sulle targhe verdi nei giorni scorsi si è accesa una polemica politica. Una delle critiche è sulla scelta dei colori che non rappresentano quelli della bandiera.

“Questo è l'aspetto più visibile di E-Way”, ha affermato il segretario di Stato all'Innovazione tecnologica, Marco Podeschi, riferendosi al progetto che ha portato all'installazione, in territorio, di colonnine di ricarica (gratuite fino al 30 giugno). Podeschi ha poi ricordato gli incentivi per chi acquista mezzi elettrici: dall'abbattimento dell'80% della monofase sul veicolo al 30% di riduzione d'imposta per chi acquista una stazione di ricarica per la casa.

mt

Nel servizio le interviste al segretario di Stato ai Trasporti, Eva Guidi, e al direttore dell'Azienda dei servizi, Raoul Chiaruzzi