Logo San Marino RTV

Prevista un'estate rovente

23 mag 2009
Ventilatore
Ventilatore
Parliamo della cappa di calore che sta investendo la Penisola ormai da qualche giorno. A rischio soprattutto anziani e malati, e fino a metà della prossima settimana la situazione resterà critica.
Per una tregua non resta che attendere l’arrivo del sospirato anticiclone delle Azzorre, che porterà le temperature nella media stagionale: 3-4 gradi in meno rispetto alla canicola inaspettata di questi giorni. La primavera – assicurano i meteorologi – tornerà mercoledì prossimo, in concomitanza con una perturbazione atlantica che lambirà la parte settentrionale della Penisola. La morsa di calore, dunque, continua, ancora per qualche giorno. La Protezione Civile è allerta da tempo con interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio: anziani, bambini e cardiopatici innanzitutto.
E’ nelle città che si boccheggia davvero, a causa di un fenomeno chiamato “isola di calore” e dovuto soprattutto al maggior assorbimento di energia solare da parte delle superfici asfaltate e del cemento degli edifici. Nelle ore più assolate strade e tetti possono raggiungere temperature superiori ai 90 gradi.
Domenica sarà la giornata più torrida con 5 città – Roma, Firenze, Venezia, Latina e Perugia – al massimo livello di allerta. Dalla prossima settimana, come dicevamo, un miglioramento. Ma attenzione: prepariamoci ad un’estate rovente. Secondo gli esperti tra giugno e settembre saranno possibili punte di 40 gradi per alcune sequenze di giorni consecutivi.