Logo San Marino RTV

Pesaro: bimba muore investita da auto sotto gli occhi dei genitori

3 ago 2013
Pesaro: bimba muore investita da auto
Pesaro: bimba muore investita da auto
E' morta sotto gli occhi di mamma e papa' Giulia Vichi, una bambina di 4 anni, travolta da un suv Kia Sorento 'impazzito', mentre tornava a casa a piedi dalla festa del paese, a Petriano (Pesaro). Un borgo di 2.900 anime ora sotto choc come i genitori della vittima. E' accaduto ieri sera dopo le 23. Giulia e la mamma, una donna 36 anni all'ottavo mese di gravidanza, erano ferme all'altezza di un'aiuola spartitraffico che separa via Valle e via Marconi. Erano in compagnia di altre persone, mentre il padre era rimasto un po' piu' indietro, con un altro gruppetto. La strada, che è la principale via di accesso al centro abitato, e' illuminata da un lampione, ma il suv, condotto da un uomo di 69 anni di Fossombrone, sbuca all'improvviso e travolge Giulia, abbattendo (non si sa se prima o dopo) il palo della luce cui la piccola e' vicina. La bambina fa un volo di qualche metro, viene proiettata contro il lunotto posteriore di una Bmw in sosta e lo sfonda. I soccorritori la troveranno agonizzante nell'abitacolo della berlina: per tirarla fuori ci vogliono i vigili del fuoco, ma la corsa verso l'ospedale di Urbino risulta inutile. Nello stesso nosocomio vengono trasportati la madre, rimasta illesa, e l'investitore, medicato e sottoposto ai test sull'alcol e gli stupefacenti, i cui risultati si conosceranno non prima di lunedi'. La Polizia municipale dell'Unione di Pian del Bruscolo ha già svolto i primi rilievi e raccolto varie testimonianze. Non e' ancora chiaro se l'automobilista, che procedeva a velocità abbastanza sostenuta, abbia perso il controllo della Kia per un malore, un guasto tecnico o una manovra sbagliata. Dopo aver falciato via Giulia l'auto ha urtato una 500, una Uno, e uno scooter parcheggiati. Anche le persone che erano con la bimba hanno visto la morte in faccia. L'uomo verrà interrogato nelle prossime ore, la procura di Urbino ha aperto un'inchiesta, ma a Petriano non ci si dà pace. ''Lei voleva tornare con il trenino ma la mamma ha detto 'facciamo due passi a piedi, siamo arrivate''' racconta alle tv una donna in lacrime.