Logo San Marino RTV

1917: La Grande Guerra vista dal nonno di Mendes

“1917” il film bellico di Sam Mendes, vincitore del Golden Globe e candidato agli Oscar 2020, pellicola coprodotta da Rai Cinema per il weekend nei multisala della riviera

di Francesco Zingrillo
24 gen 2020

La Grande Guerra vista da Mendes (per la splendida fotografia di Roger Deakins) attraverso i racconti bellici del nonno, è una piccola guerra di posizione giocata nella “terra di nessuno” in una lunga corsa contro il tempo per salvarsi. La pellicola è una sorta di SALVATE IL SOLDATO RYAN della Prima Guerra Mondale. Inglesi contro tedeschi nella Francia nord-orientale in una semplice sceneggiatura, che racconta due soldati britannici (caporali Blake e Schofield: 2 giovani attori protagonisti, veramente di scuola), staffette tra i comandi, in lotta contro il tempo (come in piano sequenza continuo lungo un giorno e una notte) per fermare lo stermino di un battaglione vittima di una trappola strategica germanica. Trincee come formicai, acquitrini e ratti, lande desolate disseminate di MORTE: cavalli, mezzi, corpi riconoscibili dalle casacche; e tanto dolore... Una guerra sullo sfondo di tanti piccoli drammi umani chiamati persone: di qua e di là (oltre il filo spinato, la prima linea e le buche rigonfie di morte putrida). Un cane domestico straziato e un secchio di latte appena munto, una vacca libera al pascolo dopo i bombardamenti, colpiscono e toccano gli stessi soldati sempre pronti ad ammazzarsi. Ricostruzione storica e realtà bellica richiamano l'Operazione Alberich della Linea Hindenburg ai danni dell'Esercito francese. Un disastro ambientale programmato in una finta ritirata tedesca sulla pelle dei civili con strade e case distrutte, alberi abbattuti, trappole e morte silenziosa come lo scorrere dei fiumi...

fz