Logo San Marino RTV

E’ l’ultima frontiera contro il colesterolo, ma anche una provocazione

15 ago 2010
E’ l’ultima frontiera contro il colesterolo, ma anche una provocazioneE' l'ultima frontiera contro il colesterolo, ma anche una provocazione
E' l'ultima frontiera contro il colesterolo, ma anche una provocazione
Nel mirino i cibi spazzatura dei fast food. Lo sanno tutti che fanno male, ma i locali sono sempre pieni di persone che ingoiano hamburger, cheesburger, salsine e patatine fritte, kechap e maionese, milkshake e bevande gassate. Il consiglio però non è quello di rinunciare, anche se i medici avvertono da nani che ideale sarebbe evitare cibi troppo grassi, consumati in fretta magari in piedi. L’idea è abbinare all’hamburger, e ai vari contorni, compresse di statine per compensare, almeno in parte, i rischi cardiovascolari causati dai cibi troppo ricchi di grassi. Lo suggerisce uno studio del londinese Imperial College. La maggior parte dei medicinali a base di statine sono venduti dietro presentazione di ricetta medica, ma recentemente il loro costo è calato e questo permetterebbe ai ristoratori di fornirli gratuitamente. L’idea non piace però ai cardiologi britannici, che contestano il messaggio implicito secondo il quale il farmaco neutralizza il rischio e si affrettano a sottolineare che un'alimentazione a base di fast food ha altri effetti negativi come l'aumento della pressione sanguigna o l'obesità.

Myriam Simoncini