Logo San Marino RTV

Alla guida con lo smartphone: sanzionati 18 automobilisti in poche ore

Nel 2019 raddoppiate le infrazioni: da 276 del 2018 a ben 550 nel 2019

15 gen 2020
@ansa
@ansa

E' una delle emergenze, insieme alla guida in stato di alterazione psicofisica: comporta pesanti sanzioni ma soprattutto gravissimi rischi per la sicurezza del guidatore e degli altri. Una pessima abitudine che non accenna a diminuire tra gli automobilisti riminesi: in poche ore 18 persone sono state scoperte dalla Polizia Locale al volante con il telefonino in mano, con sanzioni tra i 165 e 661 euro oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente.

Il 2020 quindi sembra seguire il pessimo trend del 2019, che ha registrato 550 violazioni, quasi il doppio di quante ne furono contate nel 2018 (276). Secondo i più recenti dati Istat, la distrazione al volante è la prima causa di incidenti in Italia, più che il mancato rispetto della precedenza e dell’eccesso di velocità. Guidare con il telefonino in mano allunga i tempi di reazione di circa il 50%. Mandare un messaggio equivale a guidare al buio per 10 secondi, digitare un numero di telefono a 7 secondi di buio e farsi un selfie a 14 secondi di buio, cioè dai 300 ai 500 metri di strada percorsi bendati.

"Il Parlamento in questi giorni sta valutando una revisione al codice della strada - scrive l'amministrazione locale - per inasprire le sanzioni fino alla possibile sospensione della patente di guida. Ed è per questa ragione che si è deciso di fare controlli specifici per contrastare questo tipo di comportamenti scorretti, con pattuglie dedicate in via esclusiva a questo tipo di attività"