Logo San Marino RTV

Banca d'Italia stanzia 5 milioni per l'Emilia Romagna: una parte anche alla terapia intensiva di Rimini

All'ospedale Infermi e a Bagno di Romagna via ai tamponi in auto. Nelle Marche arrivato materiale sanitario, Ceriscioli: "Boccata d'ossigeno"

di Francesca Biliotti
3 apr 2020

Al via a Rimini, e a Bagno di Romagna, il tampone in auto, già in vigore in altri ospedali della Regione. Le persone positive al coronavirus, guarite dai sintomi, saranno convocate dalla Asl per effettuare il test di verifica. Gli operatori sanitari li accoglieranno sulla rampa d'accesso al vecchio pronto soccorso dell'Infermi ed effettueranno il tampone naso-faringeo senza farli scendere dalle loro vetture. La Banca d'Italia ha poi disposto uno stanziamento straordinario di 5 milioni di euro per la Regione: una parte andrà a Rimini, per rafforzare la terapia intensiva con altri 25 posti letto, e parte a Modena, per avviare una ricerca epidemiologica sulle popolazioni a maggior rischio di contagio da Covid-19. Sempre nei reparti ospedalieri dell'Emilia Romagna stanno arrivando mille smartphone e 750 schede sim, per consentire ai pazienti ricoverati di dialogare coi propri cari o anche con gli psicologi. Sono anche arrivati 16 medici volontari attivati dalla protezione civile nazionale, in Romagna sono arrivati un medico di pronto soccorso, uno di rianimazione e un cardiologo. La notizia positiva del giorno, per il commissario Sergio Venturi, sono i posti letto che si stanno liberando: 2 le persone in meno nelle terapie intensive, “dalle quali dunque si esce, adagio ma si esce”, ha detto, aggiungendo che il saldo negativo di ricoveri è 29, vuol dire che è stato ricoverato un numero di persone ma i dimessi sono di più. In Regione sono 15.932 i casi positivi, 599 più di ieri, si cresce dal 3 al 4% ogni giorno, “ma si fanno anche tanti tamponi”, ha spiegato Venturi. 1.902 i decessi, 91 in più, 62 uomini e 29 donne, di cui 2 nel cesenate e 4 a Rimini. A Forlì si registrano 63 casi in più, scoperti in una casa protetta. In generale sono 866 a Forlì-Cesena 866 (447 a Forlì e 419 a Cesena), 1.511 a Rimini 1.511 (55 in più). Nelle Marche è arrivato oggi un carico di materiale con 144mila mascherine, chirurgiche, FFP2 e FFP3, 90 kit di indumenti protettivi e 200 guanti monouso: “Ogni partita di materiale sanitario che arriva – dice il presidente Ceriscioli – è una boccata di ossigeno per tutti gli operatori sanitari in prima linea”. Nella Regione sono 4.230 i casi positivi, 132 più di ieri, 1.786 a Pesaro Urbino, appena 27 in più, 1.263 ad Ancona, più 52, e 561 a Macerata, 28 in più.