Logo San Marino RTV

Carabinieri Rimini: in arrivo 235 militari di rinforzo, per l'Estate

Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini lancia l'operazione “Estate Sicura”. Reati in calo, nel primo semestre, rispetto allo stesso periodo del 2018

6 lug 2019
Nel servizio le interviste a: Giuseppe Sportelli – Comandante Provinciale CC RN, Marco Califano, Comandante CC Riccione
Nel servizio le interviste a: Giuseppe Sportelli – Comandante Provinciale CC RN, Marco Califano, Comandante CC Riccione

Numeri di tutto rispetto, quelli dei rinforzi per l'estate. Disposto l'invio – nel Riminese – di 235 militari, che vanno ad aggiungersi agli oltre 400 Carabinieri del Comando Provinciale; vi sarà dunque un rafforzamento di tutte le stazioni del litorale, ma anche di quelle dell'interno. Una prima tranche di 160 unità è già operativa; nei prossimi giorni il completamento del dispiegamento. Particolare attenzione alle spiagge. Previsto anche un monitoraggio attento di aree quali colonie abbandonate e parchi pubblici. Tutto ciò per dare continuità al trend positivo registrato nei primi 6 mesi dell'anno. Registrata – rispetto al semestre precedente – una flessione del 20% del numero dei reati. In netto calo furti e rapine; positivi anche i risultati sul fronte della lotta allo spaccio, con un aumento degli arresti superiore al 18%.

Presentati, in conferenza stampa, anche i risultati di un'indagine che ha portato all'arresto – da parte dei Carabinieri di Riccione - di due fratelli calabresi, titolari di un negozio di ortofrutta. Avevano raccontato di essere stati derubati da un giovane della Perla Verde; in realtà, proprio quest'ultimo – figlio di una ex dipendente dell'esercizio -, li aveva già denunciati, accusandoli di averlo minacciato e picchiato. Circostanza confermata, a quanto pare, dalle telecamere di alcune attività limitrofe.

Da segnalare, infine, la vicenda di una 70enne riminese multata di 420 euro, perché non avrebbe risposto alle domande di una rilevatrice dell'Istat, impegnata nel censimento. In un'intervista al Resto del Carlino, la pensionata ha dichiarato di non averla fatta entrare, nella propria abitazione, poiché temeva si trattasse di una truffa; una delle tante, ai danni degli anziani. Da qui la richiesta di un incontro in Prefettura per avere chiarimenti sulle procedure di rilevamento.


Nel servizio le interviste a:

Giuseppe Sportelli – Comandante Provinciale CC RN

Marco Califano, Comandante CC Riccione