Logo San Marino RTV

Coronavirus, sarà istituita la Giornata nazionale delle vittime il 18 marzo

Iniziata la discussione alla Camera: scelta una data simbolo, quando i camion dell'esercito trasportarono le bare da Bergamo ad altre città

di Francesca Biliotti
20 lug 2020
dalla corrispondente Francesca Biliotti
dalla corrispondente Francesca Biliotti

Una giornata positiva per l'Italia, ieri, per quanto riguarda l'andamento dell'epidemia da coronavirus: solo 3 i decessi, non accadeva da inizio febbraio, e per la prima volta nessuno in Lombardia. In lieve calo anche i contagi totali. Resta invece grave la situazione in molte altre parti del mondo: negli Stati Uniti quasi 64mila nuovi casi in 24 ore. In Brasile i decessi totali sono ormai vicini agli 80mila. Alla Camera dei Deputati intanto è iniziata la discussione generale per l'istituzione della Giornata nazionale delle vittime da coronavirus. La proposta è che sia il 18 marzo, scelta come data simbolo poiché quel giorno i camion dell'esercito trasportarono le bare dal cimitero di Bergamo, una delle città più colpite, ad altre città italiane per l'impossibilità di riuscire a cremare tutte le vittime.

Nel video l'intervento in Aula del relatore del disegno di legge, Maurizio Martina (Partito Democratico), che spiega perché è stata scelta la data del 18 marzo