Logo San Marino RTV

La regione Emilia Romagna chiede lo stato di emergenza

Sulla A14 chiuse due corsie per chiusura breccia Montone

14 mag 2019
La regione Emilia Romagna chiede lo stato di emergenza

La Regione chiederà lo stato di emergenza per l'Emilia-Romagna per i danni causati dall'ultima ondata di maltempo. Lo ha annunciato il presidente Stefano Bonaccini al termine delle visite a Cesena e poi a Villafranca di Forlì, tra le aree più colpite dalle esondazioni dei fiumi.

"Ho già sentito al telefono il capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile, Angelo Borrelli - spiega Bonaccini - e non appena sarà possibile partiremo con la conta dei danni per ottenere tutti i risarcimenti. Dove non saranno coperti da fondi nazionali, interverremo come Regione, anche se già fin d'ora auspico il massimo impegno da parte del Governo". 

Sulla A14 Bologna-Taranto, fa intanto sapere Autostrade per l'Italia, sono due le corsie che resteranno chiuse dalle 14 di oggi e fino a domattina nel tratto tra Forlì e Faenza, in direzione Bologna, per consentire ai tecnici della regione di intervenire sulla falla dell'argine del fiume Montone. In questo arco temporale resteranno comunque aperte al traffico due corsie in entrambe le direzioni. La decisione è stata presa dal Centro coordinamento soccorsi, presieduto dalla Prefettura di Forlì. L'intervento consiste nella posa di blocchi di cemento nella zona del cedimento dell'argine calandoli dal viadotto e per far questo è necessario l'accesso dalla piattaforma autostradale.