Logo San Marino RTV

Nuovo decreto anti coronavirus, il governo divide l'Italia in zone

La zona rossa soffre i provvedimenti più restrittivi, ma ce ne sono anche per Emilia Romagna e provincia di Pesaro Urbino

2 mar 2020
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

L'ultimo decreto emesso dal Consiglio dei ministri per contrastare i contagi da coronavirus divide l'Italia in 3 macrozone, con provvedimenti diversi a seconda della zona di appartenenza. Ci sono poi misure applicabili su tutto il territorio nazionale, a scopo preventivo. Nella cosiddetta “zona rossa”, 10 Comuni in totale tra cui Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione D'Adda, Vo', c'è anche il divieto di accesso o allontanamento dal territorio comunale, oltre che la sospensione di manifestazioni ed eventi, anche sportivi e religiosi. Scuole e attività lavorative chiuse, così come le attività commerciali ad esclusione di quelle di prima necessità. Quasi le stesse misure, ad eccezione del divieto di allontanamento, per le regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e per le province di Pesaro e Urbino e di Savona. Altre zone che necessita attenzione sono le province di Bergamo, Lodi, Piacenza e Cremona. Intanto a Roma si registra il primo caso di un italiano contagiato, è un poliziotto. Chiuso il liceo del figlio, a Pomezia, a scopo precauzionale.