Logo San Marino RTV

Secondo il Censis l'Università di Bologna è la migliore in Italia

Tra i grandi atenei vince Perugia, Trento per i medi e Camerino è la migliore tra i piccoli. Tra i politecnici primeggia Milano

14 lug 2020
L'Archiginnasio di Bologna. Foto Ansa
L'Archiginnasio di Bologna. Foto Ansa

L'Università di Bologna si classifica come prima università italiana. A dirlo è la classifica del Censis - giunta quest'anno alla ventesima edizione - pubblicata ieri, lunedì 13 luglio.

Nella classifica dei mega Atenei l'Alma Mater è seguita dalle università di Padova, Firenze e La Sapienza di Roma. La classifica prende in considerazione diversi fattori, come il livello delle strutture disponibili, la qualità dei servizi offerti, la capacità di comunicazione 2.0, l'internazionalizzazione e il tasso di occupazione dei laureati. Strumenti, si legge sul sito del Censis, utili a “fornire orientamenti alle scelte di tutti gli studenti pronti a intraprendere la carriera universitaria”.

La classifica differenzia le università Italiane in mega atenei, atenei grandi (tra i 20mila e i 40 mila studenti), medi (massimo 20mil iscritti) e piccoli. Tra i grandi, a distinguersi è l'Università di Perugia. Tra i medi la migliore è Trento. Mentre tra i piccoli la migliore è Camerino. I Politecnici vengono invece catalogati in una categoria unica e, quest'anno, ha visto primeggiare quello di Milano.

C'è poi una distinzione tra atenei statali e quelli non statali, anche loro divisi in grandi medi e piccoli. Tra i grandi la prima è l'Università Bocconi, seguita dalla Cattolica.

La ricerca si differenzia anche tra i corsi di laurea triennali, magistrali e a ciclo unico.