Logo San Marino RTV

USA: alla Camera, il voto sull'impeachment di Trump

Nel frattempo cresce, nei sondaggi, il gradimento del Presidente degli Stati Uniti

18 dic 2019

Come spesso accade, il Presidente degli Stati Uniti ha scelto i social, per esprimere il proprio stato d'animo, e comunicare senza filtri con l'elettorato. “Oggi – ha twittato - sarò messo sotto accusa dalla sinistra radicale, e dai fannulloni democratici, e non ho fatto niente!”. Dichiarazioni che danno il polso della drammaticità del momento. Se la Camera approverà l'impeachment, Trump sarà il terzo Presidente della storia americana ad essere messo in stato di accusa, dopo Johnson e Clinton (Richard Nixon scampò la messa in stato di accusa dimettendosi prima che la Camera votasse sul suo impeachment) .Nessuno è mai stato rimosso, e con tutta probabilità neppure Trump lo sarà, considerando che il Senato, dove si svolgerà l'eventuale processo, è a maggioranza repubblicano. Ma il “peso politico” di questo passaggio è comunque enorme. Previste sei ore di dibattito, seguite dal voto separato – nella tarda serata italiana -, su ognuno dei due articoli. Tutto ciò mentre nel Paese proseguono le manifestazioni contro l'inquilino della Casa Bianca: da Boston a Philadelphia; da Charlotte a New York. Secondo le stime dei media, i democratici avrebbero 218 voti a favore; mentre contrari, al momento, sarebbero 169 repubblicani; due gli indecisi. “Se consentiamo ad un Presidente, a prescindere da chi sia, di proseguire su questa strada, diremo addio alla repubblica e buongiorno al presidente monarca”. Così – nei giorni scorsi - la speaker della Camera, Nancy Pelosi; che pure, inizialmente, si era mostrata riluttante all'idea di una azione così estrema. Si temeva un effetto boomerang, che effettivamente sembra concretizzarsi in queste ore. Sale, infatti, il gradimento per il lavoro di Trump. Secondo l'ultimo sondaggio Gallup, il Presidente ha guadagnato sei punti percentuali, passando dal 39%, di quando iniziò l'indagine, all'attuale 45%. I dati rivelano inoltre che il 51% degli intervistati è contro l'impeachment. Trump – che dopo il voto terrà un comizio in Michigan – è accusato di avere esercitato pressioni sull'Ucraina perché intervenisse per favorirlo alle prossime presidenziali, aprendo un'inchiesta sullo sfidante democratico Joe Biden.