Logo San Marino RTV

Associazione UE: il MIS chiede un Accordo che "non sacrifichi la persona sull’altare del mercato senza regole"

8 mar 2019
Mis
Mis
In una lunga nota, il Movimento ideali socialisti invita ad avvicinarsi all’Europa senza cadere preda del pensiero unico globalista che vuole mortificare – scrive - gli Stati Nazionali. Non manca la critica ad una sinistra sammarinese “corresponsabile di una deriva nociva, organicamente subalterna ai disegni della grande finanza internazionale, della Banca Mondiale, del Fondo Monetario Internazionale, che ha favorito e tollerato l’ingresso di personaggi quali Grais, Savorelli e Confuorti”. Indica come unica strada per restituire valore sociale e politico al lavoro, la rivitalizzazione della sovranità popolare e nazionale. “Serve un Accordo – scrive il Mis - che abbia tra i suoi obiettivi principali quello di rendere più fluido il libero scambio delle merci, ma che al contempo sappia elevare la persona su tutto il resto, rifiutandosi di sacrificarla sull’altare del mercato senza regole tanto caro ai neo-liberisti”. Vogliamo un' Europa – conclude la nota - che metta lo Stato Nazionale al centro e si preoccupi maggiormente dell’interesse della grandissima maggioranza della popolazione, i ceti popolari e le classi medie, senza però cadere nel facile errore di confondere l’identità nazionale con l’isolazionismo. “E' questo – spiega il Mis - il percorso di associazione all’Unione Europea che San Marino merita” e che Movimento intende sostenere.

MF